Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Ponte di Legno, “Una montagna di cultura”: da monsignor D’Ercole alla musica di Thiollier

giovedì, 8 agosto 2019

Ponte di Legno -  Oggi più che mai il mondo ha bisogno di tornare alla parola e, nella attuale crisi di valori che attraversa il mondo, la parola della Chiesa può essere “un fertilizzante capace di rifecondare i terreni inariditi dell’Europa. Perché quella parola porta gioia”. Questo il messaggio che il vescovo di Ascoli Piceno, monsignor Giovanni D’Ercole, ha voluto portare a Ponte di Legno in un incontro organizzato nell’ambito della rassegna di MirellaCultura “Una montagna di cultura…la cultura in montagna”.

dercoleOrdinato sacerdote nel giorno del suo 27esimo compleanno, nonostante il padre “comunista convinto” non vedesse di buon occhio un figlio prete, missionario (in Costa d’Avorio), cappellano di carcere minorile, giornalista (è stato tra l’altro vicedirettore della Sala Stampa vaticana con Navarro Valls), Giovanni D’Ercole, 72 anni,  crede “con gioia” al potere della parola. “E’ uno degli insegnamenti più profondi che ho avuto da Paolo VI - ha detto -. Quando fui ordinato prete, ebbi il privilegio con altri compagni di frequentarlo. Mi disse: - sai cosa significa essere prete? Significa essere testimone della gioia -. Non ho mai più dimenticato quell’insegnamento profondo. Ed è per questo che sono ottimista sul futuro”.

dercole2“Nonostante per molti osservatori quelli che stiamo attraversando siano tempi di crisi – ha aggiunto - io dico, al contrario, che proprio perché siamo in tempi bui la parola della Chiesa può essere portatrice di gioia. Sarà questa testimonianza a ridare nuova luce a parole oggi stanche come Europa, Africa, immigrazione. E a indicare il cammino. E’ successo al tempo dei barbari con le testimonianza dei monaci. Succederà ancora”.

Dopo mons.D’Ercole, “Una montagna di cultura…la cultura in montagna” – prima di un sabato “sportivo” dedicato alla memoria di Tarcisio Persegona – dà spazio alla musica con il primo appuntamento del festival “In montagna con Bach-3”. Domani, venerdì 9 agosto, torna al pianoforte del Centro Congressi Mirella, uno dei grandi personaggi affezionati a Ponte di Legno, Francois-Joel Thiollier. Il pianista franco-americano terrà un concerto “Tutto Gershwin-opera omnia per pianoforte solo”, interamente dedicato al grande compositore statunitense.

PROSSIMI APPUNTAMENTI DI

“UNA MONTAGNA DI CULTURA…LA CULTURA IN MONTAGNA”

Venerdì 9 agosto – ore 21.00 – Centro Congressi Mirella, Sala Paradiso

CONCERTO DI FRANCOIS-JOEL THIOLLIER (pianoforte) – “Tutto Gershwin” per Festival “In montagna con Bach-3”.

Sabato 10 agosto – ore 21.00 – Centro Congressi Mirella, Sala Paradiso

SERATA “TARCISIO PER SEMPRE”. I campioni e gli amici ricordano l’uomo che amava il Gavia – Centro Congressi Mirella. Precede in mattinata (ore 9.00) scalata del Gavia in bicicletta con benedizione stele dedicata a Tarcisio Persegona.

Evento in collaborazione con la Pro Loco nell’ambito di “Emozioni all’ultimo respiro”.

Domenica 11 agosto – ore 21.00 – Centro Congressi Mirella, Sala Paradiso

LA GRANDE BELLEZZA-1 – I CONCERTI PER VIOLINO E PIANOFORTE DI BACH 

CON GUIDO E GIULIA RIMONDA, IL QUINTETTO D’ARCHI DELLA CAMERATA DUCALE e la partecipazione di Ramin Bahrami per festival “In montagna con Bach-3″.

Martedì 13 agosto – ore 17.30 – Sala Unione dei Comuni

TAVOLA ROTONDA con intermezzi musicali su “Mozart, il genio sempre giovane; Beethoven, il ribelle; e nonno Bach?” con Ramin Bahrami, Guido Rimonda, Giulia Rimonda, Marco Bizzarini, Luigi Fertonani ed Enrico Parola per festival “In montagna con Bach-3″.

Mercoledì 14 agosto – ore 21.00 – Centro Congressi Mirella, Sala Paradiso

LA GRANDE BELLEZZA-2 – LE SONATE PER VIOLINO E PIANOFORTE DI BACH

CON RAMIN BAHRAMI (pianoforte) e GUIDO RIMONDA (violino) per festival “In montagna con Bach-3″.

Venerdì 16 agosto – ore 21.00 – Centro Congressi Mirella, Sala Paradiso

CONCERTO DI FERRAGOSTO DI RAMIN BAHRAMI (pianoforte) – “Melancholia” per festival “In montagna con Bach-3″.

Sabato 17 agosto – Ore 21.00 – Centro Congressi Mirella, Sala Paradiso

INCONTRO CON MARIO LAURO. Racconto fotografico su “Etiopia, immagini e storia di un paese sconosciuto”.

Domenica 18 agosto – ore 15.30 – Loc.Case di Viso

“RICORDANDO SVENO”. Giornata in ricordo di Sveno Faustinelli con Santa Messa presieduta dal card.Re e, a seguire, concerto “il Classico incontra il Jazz” con Claudio Piastra (chitarra), Simone Pagani (pianoforte), Franco Catalini (contrabbasso) e Massimo Melillo (batteria).

Evento in collaborazione con la Pro Loco nell’ambito di “Emozioni all’ultimo respiro”.

Martedì 20 agosto – ore 21.00 – Centro Congressi Mirella, Sala Paradiso

INCONTRO CON LA GIORNALISTA-SCRITTRICE-REGISTA EMANUELA AUDISIO e proiezione del suo film-documento “1968 Sport & Revolution”, vincitore del Premio della Stampa Sportiva Internazionale 2019.

Tutti gli eventi sono ad ingresso libero ad eccezione dei concerti del 9, 11, 14 e 16 agosto alla Sala Paradiso. Informazioni e prenotazioni per singolo concerto o abbonamenti:

0364-900500 o mirellacultura@pontedilegno.it



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136