Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad
Ad

Ad


Ordigni sul fondale, scatta l’operazione bonifica del lago d’Iseo

lunedì, 28 ottobre 2019

Tavernola – Scatta l’operazione bonifica del lago d’Iseo. Infatti sono state individuate munizioni sul fondale del Sebino, ordigni risalenti alla fine della Seconda Guerra Mondiale. La Prefettura di Bergamo ha dato il nulla osta all’operazione di bonifica dei residuati bellici rinvenuti nei fondali di Tavernola (Bergamo).

“Una mole ingente – sono i termini della missiva inviata dalla Prefettura al Raggruppamento subacquei ed incursioni di La Spezia, al Comando truppe alpine di Bolzano, al sindaco di Tavernola, al 10° Reggimento Genio Guastatori di Cremona, al comando provinciale dei Carabinieri di Bergamo e alla Sala operativa della Croce Rossa di Roma – del materiale bellico è in pessimo stato di conservazione e si trova nella zona a lago antistante il Corno di Tavernola, a una profondità di circa 40 metri”. Oltre alla questione rifiuti deve ora essere risolto il problema delle minuzioni.

Secondo una prima ricostruzione gli ordigni risalirebbero alla Seconda Guerra Mondiale e sarebbero stati in dotazione alle truppe tedesche. La bonifica dovrebbe scattare in novembre con una grande mobilitazione.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136