Ad

w

Ad
Ad


Maltempo, le problematiche in Alto Adige: riaperta la statale del Brennero

lunedì, 7 dicembre 2020

Bolzano – In Alto Adige nel corso del pomeriggio non si sono verificati eventi meteorologici di rilievo: così Andrea Lazzarotto, responsabile al Centro situazioni provinciale, ha fatto il punto nell’ultima riunione di oggi alle 18. Il numero unico di emergenza 112 ha ricevuto dalla mezzanotte di oggi 448 chiamate, che sono state inoltrate ai centri di intervento competenti. Dalla mezzanotte la centrale provinciale d’emergenza ha contato 112 interventi di volontari dei vigili del fuoco, 118 interventi medici e 17 operazioni di soccorso alpino.

I vigili del fuoco del corpo permanente portano l’acqua potabile

Come riferito, 2.000 persone nel comune di Lasa in val Venosta erano oggi senza acqua potabile dopo il danneggiamento di una conduttura. Nel frattempo è stata attivata una soluzione provvisoria: il corpo dei vigili del fuoco permanente ha portato nel pomeriggio un serbatoio di acqua potabile con 11.000 litri da Lasa a Cengles con un camion e, con il supporto dei vigili del fuoco volontari di Cengles, hanno posato una linea di pompaggio di 700 metri. Questo sistema trasporterà l’acqua al serbatoio che ora rifornisce Cengles e Oris di acqua potabile.

4.200 famiglie ancora senza elettricità

L’Agenzia provinciale per la Protezione Civile ha fornito a Talle nel Comune di Scena, Lauregno e Proves, dei generatori di emergenza. Ancora 4.200 famiglie sono attualmente prive di fornitura elettrica.

Servizio strade provinciale ancora in servizio continuo

Il servizio strade provinciale è tuttora in servizio permanente, e gli stradini stanno continuando a sgomberare le strade ed effettuare lavori di pulizia, riferisce il direttore del Dipartimento Philipp Sicher. A causa della quantità di neve e degli alberi caduti, delle colate di detriti e delle valanghe, il lavoro si sta rivelando relativamente difficile.

Ancora 55 strade chiuse, riaperta la statale del Brennero

Sono ancora chiuse 55 strade, riferisce la Centrale viabilità provinciale. Riaperta in entrambe le direzioni la statale del Brennero fra Colle Isarco e il Brennero. Chiuse ancora le strade della val Badia e della val Sarentino.

Traffico ferroviario ancora in gran parte compromesso

La ferrovia della Val Venosta è tornata in funzione. La linea ferroviaria Bolzano-Merano è riaperta da Ponte Adige. La linea ferroviaria del Brennero è ancora chiusa a causa della frana del Virgolo all’altezza di Bolzano. Neanche la ferrovia della Pusteria funziona. E’ stato attivato ovunque un servizio di bus sostitutivi.

Ulteriori precipitazioni domani, il pericolo di valanghe rimane alto

Secondo i meteorologi dell’Ufficio meteorologia e valanghe della Protezione Civile, masse d’aria molto umide entrano in Alto Adige con un flusso verso sud-est: “Domani(martedì 8 dicembre) all’inizio pioverà o nevicherà solo in alcune zone, ma nel corso della giornata le precipitazioni si diffonderanno su tutto il paese. Il limite delle nevicatesi trova tra i 300 e gli 800 metri di altitudine. Le temperature sono intorno o appena sopra lo zero. Mercoledì, dopodomani, soffierà il föhn, e le precipitazioni diminuiranno gradualmente. Giovedì e venerdì saranno privi di precipitazioni e abbastanza soleggiati. Il pericolo di valanghe rimane alto nella maggior parte dell’Alto Adige con il penultimo gradino della scala di cinque.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136