Ad
a
Ad
Ad


Il ristorante La Storia riferimento della Valle Camonica, Azzini: “Grande ripartenza”

giovedì, 30 giugno 2022

Darfo Boario  Terme – Dopo due anni, causa pandemia e restrizioni, è ripartita l’attività al ristoranteLa Storia” di Darfo Boario Terme (Brescia). Il proprietario e chef Stefano Azzini (nella foto) racconta la ripartenza in grande stile: “Con la mia famiglia abbiamo puntato su una cucina che possa catturate una clientela diversificata in settimana e nei fine settimana e oggi siamo soddisfatti dei risultati ottenuti”.

Infatti “La Storia” è uno dei ristoranti più richiesti della Media e Bassa Valle Camonica. Lo chef Stefano Azzini, nato in provincia di Mantova 40 anni fa, dopo gli studi e cinque anni prima come aiuto cuoco, poi come chef “Dal Pescatore” di Canneto sull’Oglio (Mantova), si trasferisce per amore a Cedegolo (Brescia), inizia i primi passi come socio del proprietario de “La Storia” nel 2010 e dal 2017 acquista l’intera proprietà. Nel 2018 il locale è stato interamente ristrutturato ed è a conduzione familiare, poi è arrivata lo stop con la pandemia e ora ha avuto una grande ripartenza.

L’attività – spiega Stefano Azzini articolata: a mezzogiorno e durante i giorni feriali l’attività è legate a pranzi di lavoro, cene di dipendenti, gruppi e comitative, compleanni, mentre nel fine settimana pranzi e e cene sono per ricorrenze, battesimi, comunioni, e matrimoni”. E i piatti e i menù che proponete? “La nostra cucina – aggiunge Azzini – si rivolge a un vasto pubblico: una delle nostre proposte è rappresentata dai piatti tipici della Valle Camonica e in questa direzione sto cercando di valorizzarli ancor di più preparando piatti prelibati. Ma c’è una scelta molto ampia e grazie all’esperienza acquisita nel corso degli anni. Il cliente viene soddisfatto in tutto, può scegliere qualsiasi tipo di menù dalla cucina tradizionale a quella più ricercata e viene soddisfatto”. “E’ questa la “ricetta” di uno dei locali emergenti della Valle Camonica.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Pierangelo Panzeri - P. IVA 03457250136