Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad
Ad

Ad


Festa di Santa Barbara e bilancio 2019 per i vigili del fuoco di Sondrio e provincia: i dati

mercoledì, 4 dicembre 2019

Sondrio – I vigili del fuoco del Comando di Sondrio celebrano Santa Barbara in sede centrale: un momento utile per fare il bilancio con la relazione annuale del Comandante, Amedeo Pappalardo.

ATTIVITA’ DEL COMANDO PROVINCIALE DEI VIGILI DEL FUOCO DI SONDRIO

Il Comando dei Vigili del Fuoco di Sondrio nell’anno 2019 ha gestito complessivamente 476 unità di personale, suddivise nella componente di ruolo e volontaria (244 unità presso i distaccamenti volontari e 36 unità discontinue a richiamo temporaneo).

L’organico di ruolo nell’anno 2019 ammonta a 196 unità, con tagli rilevanti al personale (-33% direttivo/dirigente, -80% ispettore/direttori antincendio, -12% personale vigile del fuoco, capo squadra e capo reparto, -50% personale tecnico, amministrativo-contabile e tecnico-informatico).

incendio vigili fuocoLe carenze maggiori si configurano nel ruolo degli ispettori e dei sostituti direttori; quest’ultimi costituiscono l’anello di congiunzione tra la carriera prettamente operativa e la carriera direttiva, tale carenza incide negativamente nell’ordinaria gestione del Comando, per l’assenza di figure responsabili delle varie unità organiche funzionali che costituiscono i diversi settori dell’organigramma generale della struttura.

Altra importante criticità riguarda il deficit del personale amministrativo SATI e del ruolo Tecnico Informatico. Ciò non consente di fornire risposte immediate a tutte le incombenze che coinvolgono quotidianamente l’attività del Comando, ma alle quali viene comunque dato seguito grazie ad un costante e professionale impegno di tutto il personale amministrativo opportunamente coinvolto nella gestione.

Distribuzione personale sul territorio
sediLa componente Vigili del Fuoco di ruolo presta servizio, oltre alla sede centrale a Sondrio, nelle seguenti sedi: Morbegno, Mese, Tirano e Valdisotto. La componente VVF volontaria presta servizio presso 4 distaccamenti volontari ubicati nella medesima sede dei distaccamenti permanenti e presso 10 distaccamenti volontari, con sede autonoma, nei territori di Aprica, Campodolcino, Chiesa in Valmalenco, Grosio, Grosotto, Livigno, Madesimo, Mese, Morbegno, Ponte in Valtellina, Talamona, Tirano, Tresivio e Valdisotto. Nei distaccamenti volontari prestano servizio 244 Vigili del Fuoco Volontari, col gruppo più numeroso a Grosotto (22) e quello meno nutrito a Valdisotto (10).

Automezzi di servizio
Il Comando gestisce un parco automezzi costituito complessivamente da 102 autoveicoli leggeri e pesanti, oltre a 35 rimorchi ed una motoslitta. Distribuiti tra la sede centrale ed i distaccamenti permanenti e volontari. L’età media di fabbricazione degli automezzi è di circa 19 anni. L’impegno del Comando è quello di continuare con la progressiva messa in fuori uso degli automezzi più datati, oltre a garantire l’efficienza e la funzionalità di tutto il parco automezzi, nonostante la progressiva diminuzione delle risorse economiche disponibili.

Interventi
La statistica relativa agli interventi effettuati nel corso dell’anno 2019, sino al 30 novembre, è di complessivi 3239 interventi, in linea con quelli effettuati nell’anno precedente.

Si rileva come gli incendi sono prevalenti rispetto alle altre tipologie, anche se in diminuzione rispetto al 2018, mentre si evidenzia un numero considerevole di “interventi vari”. Gli interventi per incidenti stradali, quelli connessi al dissesto idrogeologico (alluvioni e frane) e i recuperi si mantengono sostanzialmente stabili rispetto agli anni passati, con un aumento degli interventi di ricerca/soccorso persona.

Interventi ricorrenti
L’incendio camino/canna fumaria
Sostanzialmente in linea con l’anno precedente gli interventi legati all’incendio di camini e canne fumarie, fuligine, parti strutturali in legno e coperture. Le cause presunte sono frequentemente attribuibili ad installazioni non conformi alla regola dell’arte, segue poi la cattiva manutenzione. 98 interventi per canna fumaria e camino.

Incidenti stradali
incidente - Berbenno - SondrioPurtroppo sono ancora frequenti gli incidenti stradali, alcuni anche mortali. Nella distribuzione mensile, i picchi si hanno nel mese di agosto (anno 2018-2019).

Interventi particolari
Incendio condominio
Il 4 gennaio 2019, un devastante incendio ha interessato l’ultimo piano mansardato di un condominio nel Comune di Sondrio, ciò ha reso necessario l’intervento di più squadre di vigili del fuoco per lo spegnimento ed evacuazione dei condomini.

Incendio rotoballe di fieno
Incendio rotoballe in comune di Piateda (circa 2000 quintali di fieno) ha richiesto l’intervento di più squadre di personale di ruolo e volontari a partire dalla notte sino al pomeriggio del giorno successivo.

Intervento Recupero /Salvataggio/animali
Intervento di salvataggio/animali a monte della località Terme Bagni Vecchi (Bormio) effettuato dal distaccamento Valdisotto che ha permesso di mettere in salvo diversi cavalli rimasti isolati su un alpeggio a causa di una improvvisa nevicata.

Prevenzione Incendi
Al fine di migliorare gli standard qualitativi e quantitativi della prevenzione attraverso l’abbattimento dell’arretrato delle pratiche soggette a prevenzione incendi, obiettivo strategico del Dipartimento, risulta la seguente situazione autorizzatoria per il periodo di riferimento: 1169 pratiche in ingresso, 1191 pratiche evase. 130 i servizi di vigilanza, 365 i servizi in convenzione con ASST, 15 i corsi di formazione per addetti antincendio con 14 esami per rilascio attestato d’idoneità per addetti antincendio con 429 corsisti complessivi.

Industrie a rischio di incidente rilevante
Il rischio industriale è correlato alla presenza di infrastrutture in cui vengono manipolate sostanze pericolose. Queste sono costituite principalmente dalle cosiddette Aziende a Rischio di Incidente Rilevante (ARIR), che ricadono nel campo di applicazione del D.lgs. 105/2015. Nella provincia di Sondrio insistono due aziende classificate sottosoglia ai densi del D.lgs. 105/2015. Per entrambe le attività, il Comando ha rilasciato il Certificato di Prevenzione Incendi a seguito di presentazione della SCIA, che attesta il rispetto delle vigenti normative di prevenzione incendi.

Piani di protezione civile
Per quanto riguarda i piani di protezione civile, il Comando partecipa attivamente ai tavoli tecnici, qualora si presenti la necessità di nuove pianificazioni. Per il futuro, si auspica si possa dar corso alle pianificazioni previste dal Decreto 2 gennaio 2018 n° 1, che prevede di strutturare un insieme coordinato delle misure da adottare, con la gradualità che le circostanze richiedono, per la mitigazione delle conseguenze degli incidenti, unitamente all’individuazione dei soggetti ed amministrazioni chiamate ad intervenire, delle strutture, degli equipaggiamenti e della strumentazione necessari, nonché delle relative procedure d’intervento.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136