Informativa

Noi e terze parti selezionate utilizziamo cookie o tecnologie simili per finalità tecniche e, con il tuo consenso, anche per le finalità di esperienza, misurazione e marketing (con annunci personalizzati) come specificato nella cookie policy. Il rifiuto del consenso può rendere non disponibili le relative funzioni.
Usa il pulsante “Accetta” per acconsentire. Usa il pulsante “Rifiuta” per continuare senza accettare.

-
Domenica, 4 febbraio 2024

Cerveno, i preparativi per la Santa Crus: 26 maggio e 2 giugno

Cerveno (Brescia) - L'edizione 2024 della Santa Crus nel segno della sostenibilità.

A Cerveno già da molti mesi fervono i preparativi per questo importante evento decennale: da novembre 2023 è operativa la sartoria e i lavori di confezionamento dei costumi, realizzati dalle sarte del paese che si riuniscono ogni martedì sera, sono già entrati nel vivo.


SANTA CRUS - Per la Santa Crus 2024 saranno 165 le persone che indosseranno i panni dei figuranti: per una sessantina di loro i costumi verranno disegnati, tagliati e cuciti ex novo, mentre per altri personaggi, alla luce del prezioso lavoro realizzato 12 anni fa, si procederà ad un attento recupero degli abiti dell’edizione 2012, modificandoli e riadattandoli.


Per quanto riguarda i preparativi di costumi e accessori, si è deciso di porre particolare attenzione agli aspetti della sostenibilità ambientale: tutte le nuove stoffe utilizzate vengono tinte utilizzando prodotti di origine vegetale, sia per ridurre al minimo l’impatto del processo di colorazione sull’ambiente sia preservare la salute delle persone che effettuano la tintura, oltre che di quanti indosseranno gli abiti.


LE DATE - Il Comitato Santa Crus di Cerveno, dopo essere venuto a conoscenza che nella giornata del 19 maggio 2024 (data inizialmente fissata per la prima rappresentazione della Santa Crus) era stato programmato il passaggio della tappa del Giro d’Italia in Valle Camonica, ha valutato attentamente quali conseguenze avrebbe portato la concomitanza dei due eventi ed ha deciso di posticipare di una settimana la rappresentazione, individuando definitivamente le seguenti date: 26 maggio (edizione che come da tradizione sarà pomeridiana) e 2 giugno 2024 (novità all’alba).


Non è stata scelta facile, ma necessaria per evitare problemi di sicurezza durante l’afflusso dei visitatori o limitazioni allo spostamento di mezzi e persone, inevitabili in caso di sovrapposizione dei due eventi (Santa Crus e Giro d’Italia).Da mesi è anche attivo il laboratorio artigianale per la realizzazione delle corazze e degli accessori, anche queste realizzate in parte con materiali di recupero.


Si sono inoltre formati i gruppi di lavoro, addetti al diradamento dei boschi, alla pulizia dei percorsi e alla sistemazione e delle aree dove passerà la sacra rappresentazione.


LA PARTECIPAZIONE - La Santa Crus è anche un evento che coinvolge altre realtà della Valle Camonica e della Provincia. I cori maschiliVoci della rocca” di Breno ed “Erica” di Paitone, le formazioni femminili “Armonie” di Bienno e “Made in Smile - Accademia Arte e Vita” di Breno, collaboreranno all’evento accompagnando con la loro voce la processione lungo tutto il percorso: un centinaio circa di elementi, distribuiti nelle diverse stazioni, che poi si uniranno insieme nel finale.


Per quanto riguarda le voci narranti, collaboreranno alla Santa Crus gli attori Luciano Bertoli e Giuseppina Turra, professionisti molto apprezzati nell’ambiente teatrale che il Comitato ha già avuto modo di coinvolgere ed apprezzare in un altro spettacolo nel settembre scorso.


Alla realizzazione della Santa Crus concorreranno anche giovani studenti delle realtà scolastiche professionali del territorio camuno che, a seconda dei corsi di studio, saranno impegnati nella preparazione del trucco o delle acconciature dei personaggi durante la fase preparatoria.


Il Comitato è "consapevole che organizzare un evento di simile portata richiede molto impegno per una piccola comunità come quella di Cerveno e uno sforzo economico molto importante: fa appello alla generosità di tutti chiedendo un sostegno utile ed indispensabile per coprire le spese che dovranno essere affrontate e ringrazia anticipatamente per la generosità tutti coloro che vorranno sostenerlo effettuando una donazione al seguente IBAN: IT47E0569654160000057805X31".


E da parte del comitato arriva "il ringraziamento tutti i cervenesi per la numerosa partecipazione nell’organizzazione della manifestazione (dalle donne impegnate nella sartoria e al confezionamento dei fiori, agli uomini impegnati nella sistemazione del percorso, addetti al disboscamento e quanti ancora contribuiranno fisicamente ed economicamente). Un doveroso grazie per il sostegno anche a tutte le associazioni, istituzioni e realtà operanti sul territorio di Cerveno per il loro costante aiuto".

Ultimo aggiornamento: 04/02/2024 04:53:39
POTREBBE INTERESSARTI
Lo strudel salato a km zero tipico del Tesino raggiunge i 24,42 metri
ULTIME NOTIZIE
Merano (Bolzano) - Alla scuola professionale provinciale per il commercio, l'artigianato e l'industria "Ing. Luis Zuegg"...