Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
w

Ad
Ad
 
Ad


Bike, trekking e transumanza: l’estate green in provincia di Sondrio

giovedì, 10 giugno 2021

Sondrio – Preservare gli ecosistemi, proteggere la montagna e la sua agricoltura: anche in chiave turistica, per cogliere appieno il trend della “vacanza post-pandemia” che mai come quest’anno sarà in chiave green.

Un’opportunità concreta in provincia di Sondrio, mentre in Italia già fioccano le prenotazioni nei parchi, nelle oasi naturalistiche e riserve.

I lunghi mesi di “zone rosse” e lockdown – rimarca Coldiretti Sondrio – hanno stimolato il ritorno all’aria aperta, la riscoperta delle ferie a contatto con la natura, negli spazi aperti ritrovando una sicurezza spontanea per rispettare le norme di sicurezza e quelle legate al pericolo degli assembramenti.

“Cresce la sensibilità ambientale – commenta Silvia Marchesini, presidente di Coldiretti Sondrio – che trova negli oltre 120 agriturismi in Valtellina e Valchiavenna il posto giusto per poter praticare sport, escursioni e un rinnovato rapporto con gli animali per un benessere salutare anti stress. La tendenza è anche quella di conoscere le abitudini della gente dei campi come rivivere lo spostamento delle mandrie e delle greggi, pastori e malgari compiendo quel percorso tramandato da generazioni fino a raggiungere gli alpeggi dove si producono formaggi di antica memoria e dal gusto impareggiabile”.

L’integrità del paesaggio è l’elemento determinante anche per chi sceglie di passare il tempo libero in maniera meno attiva – commenta il presidente di Coldiretti Sondrio – e a questo proposito, il microcosmo rurale dei terrazzamenti alpini, con i loro vigneti, è impareggiabile.

Coldiretti Sondrio ricorda che sui principi della tradizione contadina si basa la biodiversità dell’agroalimentare che porta la nostra provincia alpina ai vertici per produzione tipica e di qualità.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136