Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Valle Camonica, accordo per sostenere il comparto agricolo

giovedì, 4 giugno 2020

Breno – Nuovo accordo tra UBI Banca e Comunità Montana di Valle Camonica: plafond da 4 milioni di euro per il sostegno al comparto agricolo.

OBIETTIVI
alpeggi montagnaSostenere le imprese nel superare la crisi economica derivante dall’emergenza sanitaria Covid-19 e promuovere la valorizzazione delle zone e delle imprese montane camune, con particolare riguardo al comparto agricolo, orientato alle produzioni agroalimentari di qualità. Con questi obiettivi UBI Banca e la Comunità Montana di Valle Camonica hanno firmato una convenzione di cooperazione creditizia per il sostegno al comparto agricolo camuno.

ACCORDO
L’accordo tra UBI Banca e la Comunità Montana di Valle Camonica prevede l’attivazione di un plafond creditizio messo a disposizione dalla Banca di importo massimo complessivo pari a 4 milioni di euro per finanziamenti riservati ad aziende agricole (singole, associate, cooperative o loro consorzi) con sede operativa e legale all’interno dei comuni membri della Comunità Montana di Valle Camonica. Aziende che si occupino di allevamento, della lavorazione di prodotti agroalimentari ottenuti da materie prime prodotte in Valle Camonica, che esercitino attività agrituristica o enoturismo o che si occupino della fornitura di servizi alle imprese associate.

Sono previsti finanziamenti chirografari per far fronte alle carenze di liquidità conseguenti all’emergenza sanitaria Covid-19, nonché finanziamenti a favore delle aziende agricole che intendano realizzare e/o adeguare le proprie strutture, parco macchine, acquistare immobili o altre necessità inerenti l’esercizio dell’attività agricola.

FINANZIAMENTI E MODALITÁ
I finanziamenti chirografari a valere sul plafond messo a disposizione dalla Banca avranno durata massima complessiva di 60 mesi, di cui al massimo 6 mesi di preammortamento, per un limite massimo di 75mila euro per ciascuna impresa (il limite massimo è stato portato a 150mila euro per le società cooperative).

La Comunità Montana di Valle Camonica procederà alla retrocessione dell’importo in linea interessi corrisposto dall’azienda alla Banca, a titolo contributivo a fondo perduto all’azienda. La Comunità Montana riceverà la richiesta formulata da ogni singola impresa agricola – per una verifica in merito ai requisiti soggettivi necessari per godere dei benefici della Convenzione – e provvederà altresì a dare specifica comunicazione all’impresa richiedente dell’esito della predetta verifica.

L’istruttoria del merito creditizio e la delibera di accordabilità del finanziamento saranno comunque effettuate da UBI Banca. La Banca non applicherà alcuna spesa di istruttoria relativa ai finanziamenti ed alcuna spesa di incasso rata.

Il comparto agricolo – specifica Alessandro Bonomelli, presidente della Comunità Montana di Valle Camonica - è un settore fondamentale per Valle sia per le ricadute socio economiche che per il presidio e la manutenzione territoriale, ed è importante quindi che le aziende agricole siano supportate con tutti i mezzi a noi a disposizione per mantenerle vitali supportandole anche finanziariamente sia nei momenti di crisi che per il loro ammodernamento. Gli Enti Comprensoriali con questa iniziativa intendono rinnovare il patto fra istituzioni e aziende per il rilancio e riscatto della Valle Camonica”.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136