Ad
w

Ad
Ad
 
Ad


Tempesta Vaia: interventi per oltre due milioni a Sonico

sabato, 10 luglio 2021

Sonico – Proseguono gli interventi di taglio boschi, pulizia, bonifica e messa in sicurezza delle zone colpite dalla tempesta “Vaia” dell’ottobre 2018 in territorio di Sonico (Brescia). Finora l’esbosco è pari al 50% del materiale e piante cadute o da rimuovere essendo pericolanti e resta ancora una parte importante.

Il sindaco di Sonico, Gian Battista Pasquini, i tecnici del Comune, della Comunità Montana di Valle Camonica e del Consorzio Forestale Alta Valle stanno seguendo le progettazioni dei diversi interventi per poi procedere alle fasi di appalto. Sono previsti interventi per circa 2 milioni e 300 mila euro, con 5 progetti di esbosco, un progetto di bonifica delle ceppaie e ripristino forestale dei tratti vicini alla strada e quattro progetti la messa in sicurezza delle strade comunali e VASP interessate dalla tempesta, con nuove pavimentazioni, parcheggi, piazzole di sosta, barriere, murature e regimazione idrauliche.

La tempesta “Vaia” ha causato gravi danni in diverse province lombarde e del Nord Italia, e la Valle Camonica è stata interessata dall’eccezionale ondata di maltempo che ha colpito specialmente il Comune di Sonico, dove sono stati distrutti 160 ettari di boschi del territorio comunale. In prima battuta Sonico ha riaperto la strada con fondi propri derivanti dalla vendita del legname recuperato e come Pronto Intervento ha ricevuto 220 mila euro dall’ordinanza di PC indispensabili per interventi e lavori urgenti sulla strada dell’acquedotto e sull’esbosco e messa in sicurezza degli schianti a bordo strada. Poi sono iniziate le opere di recupero legname ai bordi del torrente Remulo e delle aree e sentieri che sono molto frequentati d’estate. Già alla primavera del 2019 sono stati venduti alle ditte boschive, tramite bando, 2 lotti di schianti per oltre 60 ettari, attualmente i lavori sono in fase di ultimazione.

Il sindaco Gian Battista Pasquini (nella foto) osserva che “finalmente avendo a disposizione i fondi, si possono avviare le procedure di appalto nei prossimi mesi e iniziare i lavori la prossima primavera. L’obiettivo da raggiungere è che gran parte possano essere realizzati entro il 2022”. E aggiunge anche che “lo scorso giugno è stata sistemata la viabilità alta Val Malga con nuova asfaltatura della strada oggetto dei lavori ENEL di interramento linea MT divelta dalla Vaia”.

Grande attenzione da parte dell’Amministrazione comunale di Sonico alla Val Malga che è stata colpita e martoriata dalla tempesta “Vaia”: l’obiettivo è ridare dignità e ripristinare una delle aree di grande attrazione della Valle Camonica.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136