Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Sonico: il grande cuore della comunità Exodus verso la Valle Camonica

martedì, 2 giugno 2020

Sonico – Due mesi di lavoro straordinario per aiutare le famiglie camune durante l’emergenza sanitaria. La Fondazione Exodus di Sonico (Brescia) ha donato generi di prima necessità alla Valle Camonica, in particolare agli abitanti dall’Alta Valle fino a Breno. “Abbiamo attraversato una delle emergenze più gravi degli ultimi decenni – spiega Fortunato Pogna, responsabile della comunità Exodus - e abbiamo quindi deciso di donare i generi alimentari che realizziamo nella nostra struttura in Valle Camonica”.

Paspardo - regalo 2Complessivamente sono stati donati ai camuni 150 quintali di generi alimentari. I Comuni che hanno ricevuto i generi alimentari li hanno confezionati e consegnati alle famiglie tramite i volontari di Protezione Civile e delle diverse associazioni. La comunità Exodus di Sonico è diventata, oltre a un “centro della speranza” per centinaia di persone che si sono alternati come ospiti nella struttura di Sonico, punto di riferimento per l’intera valle ai tempi del Covid-19.

Inoltre nell’azienda di Gabriella Pogna, con sede a Forno Allione, sono state realizzate, confezionate e donate 15mila mascherine alla popolazione e l’intera Valle Camonica ha scoperto una solidarietà senza confini.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136