Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Poste Italiane cambia le vecchie cassette d’impostazione in provincia di Brescia

sabato, 15 agosto 2020

Vezza d’Oglio – Poste Italiane cambia le vecchie cassette d’impostazione in provincia di Brescia. Le storiche cassette rosse che arredano le nostre città dal 1961, anno in cui fu installata la prima cassetta del modello attuale, sono interessate da un programma di restyling, sostituzione e manutenzione straordinaria, che permetterà loro di tornare a splendere del tipico colore rosso fiammante.

cassetta buste posteLe nuove installazioni sono già state effettuate nei comuni di Brandico, Cellatica, Collebeato, Fiesse, Gambara, Incudine, Isorella, Lograto, Longhena, Mairano, Marone, Milzano, Monno, Offlaga, Paderno Franciacorta, Paratico, Pralboino, Seniga, Temù, Urago d’Oglio, Vezza d’Oglio, Vione, Visano e Zone e coinvolgeranno presto altre realtà del territorio provinciale.

In linea con la sua missione sociale, infatti, Poste Italiane ha avviato nelle aree dei Piccoli Comuni il progetto “decoro urbano” che prevede, tra le altre iniziative, la sostituzione e la manutenzione straordinaria delle cassette postali, per riqualificare lo spazio urbano.

L’intervento è parte del programma degli impegni per i Comuni italiani con meno di 5.000 abitanti promosso dall’Amministratore Delegato, Matteo Del Fante, e ribadisce la presenza capillare di Poste Italiane sul territorio e l’attenzione che da sempre l’Azienda riserva alle comunità locali e alle aree meno densamente popolate. L’effettiva realizzazione di tali impegni è consultabile sul portale web all’indirizzo www.posteitaliane.it/piccoli-comuni<http://www.posteitaliane.it/piccoli-comuni



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136