Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Piano di sviluppo rurale, fondi regionali in Valle Camonica e Valtellina: i progetti finanziati

martedì, 4 agosto 2020

Malonno – Regione Lombardia, nell’ambito del Piano di sviluppo rurale, ha stanziato 12,5 milioni di euro per finanziare 97 infrastrutture destinate allo sviluppo del settore agro-forestale. Nello specifico i progetti riguardano la realizzazione di nuove strade agro-silvo-pastorali, il miglioramento di quelle esistenti e la realizzazione di piattaforme ad uso collettivo per lo stoccaggio di materiali e prodotti del legno.

rolfi“Vogliamo sostenere la logistica in montagna, necessaria anche per il settore agricolo e per dare un ulteriore valore economico a questi territori” ha dichiarato Fabio Rolfi, assessore all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi della Regione Lombardia.

“Si tratta di un intervento economico importante – ha spiegato l’assessore – di cui beneficeranno direttamente i Comuni e i consorzi per l’adeguamento e il miglioramento di strade agro-silvo-pastorali ad uso collettivo già esistenti, compresa la messa in sicurezza e l’adeguamento agli standard previsti dalle classi di transitabilità I e II relativamente alla larghezza della carreggiata e alla pendenza e per la realizzazione di nuove infrastrutture”.

Il provvedimento si applica nei comuni di collina ricompresi nei territori delle Comunità Montane e nei comuni di montagna, individuati secondo la classificazione ISTAT. Gli interventi relativi alle infrastrutture viarie rientrano nei Piani VASP (Viabilità Agro-Silvo-Pastorale) approvati. La realizzazione, l’adeguamento e il miglioramento di strade agro-silvo-pastorali possono essere effettuati da Enti pubblici, Enti di diritto pubblico e Consorzi forestali. I gestori privati possono realizzare solo interventi di adeguamento e miglioramento.

“I progetti sono stati valutati in base ai requisiti qualitativi degli interventi richiesti e al livello di progettazione. La montagna – ha concluso Rolfi – ha bisogno di interventi mirati per renderla più fruibile anche in chiave di prevenzione idrogeologica”.

I finanziamenti saranno così ripartiti (elenco relativo a province di Bergamo, Brescia e Sondrio).

PROVINCIA DI BERGAMO (10 progetti – 1 milione 350 mila euro)

COMUNE DI CORNA IMAGNA: 83.923,54 euro;
COMUNE DI OLTRESSENDA ALTA: 41.109,00 euro;
COMUNITA’ MONTANA VALLE IMAGNA: 86.108,77 euro;
OLTRE IL COLLE, AZ. AGRICOLA PAGANI’ DI VERONICA PALAZZI: 44.809,62 euro;
COMUNE DI CORNALBA: 210.000,00 euro;
COMUNE DI DOSSENA: 88.406,18 euro;
COMUNE DI DOSSENA: 230.122,43 euro;
COMUNE DI VEDESETA: 397.425,00 euro;
COMUNITA’ MONTANA VALLE IMAGNA: 77.259,33 euro;
COMUNITA’ MONTANA VALLE IMAGNA: 90.240,86 euro.

PROVINCIA DI BRESCIA (32 progetti – 3 milioni 850 mila euro)

COMUNE DI ARTOGNE: 102.807,00 euro;
CONSORZIO FORESTALE BASSA VALLE CAMONICA: 148.940,42 euro;
CONSORZIO FORESTALE BASSA VALLE CAMONICA: 76.841,00 euro;
CONSORZIO FORESTALE E MINERARIO DELLA VALLE ALLIONE: 99.991,00 euro;
COMUNE DI COLLIO: 155.000,00 euro;
COMUNE DI CERVENO: 74.000,00 euro;
CONSORZIO MIGLIORAMENTO FONDIARIO LOC. MONTANE CERRI COLEGNA: 40.698,24 euro;
COMUNE DI MALONNO: 83.232,00 euro;
CONSORZIO FORESTALE PIZZO CAMINO: 149.999,00 euro;
CONSORZIO FORESTALE PIZZO CAMINO: 149.986,98 euro;
CONSORZIO STRADA VICINALE CODIBOLO – GABBIADONE :55.484,60 euro;
COMUNE DI CEVO: 240.391,19 euro;
COMUNE DI CAPOVALLE: 129.279,22 euro;
COMUNE DI MARMENTINO: 25.159,29 euro;
COMUNE DI PIANCOGNO: 122.923,00 euro;
COMUNE DI SAVIORE DELL’ADAMELLO: 187.680,91 euro;
CONSORZIO FORESTALE BASSA VALLE CAMONICA: 59.828,43 euro;
CONSORZIO FORESTALE PIZZO CAMINO: 149.999,54 euro;
CONSORZIO FORESTALE PIZZO CAMINO: 96.356,33 euro;
COMUNE DI BERZO DEMO: 166.697,46 euro;
COMUNE DI LOZIO: 90.000,00 euro;
COMUNE DI MALEGNO: 123.771,00 euro;
COMUNE DI BIONE: 54.850,00 euro;
COMUNE DI PERTICA BASSA: 39.011,50 euro;
COMUNE DI PRESEGLIE: 59.693,96 euro;
CONSORZIO FORESTALE PIZZO BADILE: 123.129,71 euro;
CONSORZIO FORESTALE PIZZO BADILE: 101.374,00 euro;
CONSORZIO FORESTALE PIZZO BADILE: 141.773,00 euro;
COMUNE DI NIARDO: 165.689,00 euro;
COMUNE DI PASPARDO: 136.530,00 euro;
COMUNE DI EDOLO: 176.692,00 euro;
COMUNE DI EDOLO: 324.245,00 euro.

PROVINCIA DI SONDRIO (37 progetti – 5 milioni 100 mila euro)

COMUNE DI GROSIO: 141.440,00 euro;
COMUNE DI LOVERO: 99.175,00 euro;
CONSORZIO FORESTALE VAL CODERA: 31.556,00 euro;
COMUNE DI BEMA: 193.400,00 euro;
COMUNE DI BUGLIO IN MONTE: 122.107,63 euro;
COMUNE DI COLORINA: 115.703,73 euro;
COMUNE DI DELEBIO: 150.242,67 euro;
COMUNE DI FORCOLA: 82.925,00 euro;
COMUNE DI LOVERO: 82.511,27 euro;
COMUNE DI SERNIO: 128.353,89 euro;
COMUNE DI TORRE DI SANTA MARIA: 30.145,00 euro;
CONSORZIO FORESTALE ALTA VALTELLINA: 127.911,18 euro;
CONSORZIO FORESTALE ALTA VALTELLINA: 132.639,59 euro;
COMUNE DI BERBENNO DI VALTELLINA: 60.332,80 euro;
COMUNE DI CAIOLO: 146.224,41 euro;
COMUNE DI COSIO VALTELLINO: 152.676,14 euro;
COMUNE DI COSIO VALTELLINO: 215.197,00 euro;
COMUNE DI GEROLA ALTA: 155.142,62 euro;
COMUNE DI GROSOTTO: 81.440,44 euro;
COMUNE DI PIATEDA: 199.700,00 euro;
COMUNE DI PIATEDA: 300.000,00 euro;
DEMANIO CIVICO FRAZIONALE VALLUNGA TARTANO: 316.690,19 euro;
COMUNE DI TIRANO: 123.687,00 euro;
COMUNE CHIESA IN VALMALENCO: 67.798,27 euro;
COMUNE CHIESA IN VALMALENCO: 90.155,21 euro;
COMUNE DI LANZADA: 109.208,22 euro;
COMUNE DI SONDRIO: 122.327,72 euro;
COMUNE DI TEGLIO: 78.273,00 euro;
COMUNE DI TEGLIO: 103.696,26 euro;
COMUNE PONTE IN VALTELLINA: 71.003,21 euro;
COMUNE PONTE IN VALTELLINA: 70.899,27 euro;
COMUNE DI SAN GIACOMO FILIPPO: 391.691,98 euro;
CONSORZIO FORESTALE ALTA VALTELLINA: 152.898,78 euro;
COMUNE DI PIURO: 155.000,00 euro;
COMUNE DI CASTIONE ANDEVENNO: 163.222,50 euro;
COMUNE DI GEROLA ALTA: 282.015,00 euro;
COMUNE DI TOVO DI S. AGATA: 51.734,00 euro.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136