Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Alta Valle Camonica: Statale 42 incubo del controesodo natalizio

sabato, 4 gennaio 2020

Edolo – Altra giornata da dimenticare per turisti e residenti che in Alta Valle Camonica si sono sobbarcati lunghe code: Edolo (Brescia) ha registrato ancora una volta traffico da incubo. Forse le parole non servono più: l’Alta Valle Camonica ha necessità di tempi certi sulle nuove infrastrutture se vuole mantenere un trend di sviluppo, e non solo turistico.

Code - Ponte di LegnoIn questo periodo natalizio è esplosa la vera emergenza dell’Alta Valle Camonica: lunghe code sulla statale 42 del Tonale, sia in ingresso a Edolo (sovente da Malonno) e da Incudine al centro edolese. Un copione visto anche in passato, soprattutto d’estate, che ha avuto da Natale a oggi punte elevate di traffico a Edolo, ma anche a Ponte di Legno (nella foto) e a Temù.

Ora si teme per il controesodo di domani (domenica 5 dicembre) e soprattutto del giorno dell’Epifania, quando si concluderanno le vacanze natalizie.

Tra pochi giorni si conosceranno i dati sui flussi di traffico di Edolo (il monitoraggio è legato alle opere messe in preventivo sulla vecchia galleria e sulla variante) e la speranza è che dalle parole si passi finalmente ai fatti, ossia al progetto e all’appalto dei lavori. Altrimenti tra pochi mesi o durante il periodo estivo si tornerà a parlare di code e di una strada che sta penalizzando la Valle Camonica e si sarà perso altro tempo in parole.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136