Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Edolo, l’Università della Montagna riaperta agli studenti

giovedì, 1 ottobre 2020

Edolo – Dopo più di sei mesi di chiusura in questa settimana la sede dell’Università della Montagna – Polo di eccellenza dell’Università degli Studi di Milano dislocato a Edolo – ha riaperto le porte agli studenti, con un momento di introduzione alla vita universitaria appositamente pensato per le matricole. Mascherine, sedute distanziate, controllo della temperatura, igienizzazione delle mani, accessi contingentati per gli studenti presenti e video-trasmissione in diretta online per chi ha deciso di seguire da remoto: così è iniziato il nuovo anno accademico UniMont.

universita montagna unimontLa professoressa Anna Giorgi, direttrice del Centro di Ricerca Ge.S.Di.Mont. di UniMont e, da ottobre, presidente del Corso di Laurea in “Valorizzazione e Tutela dell’Ambiente e del Territorio Montano” ha dato il  benvenuto alle nuove matricole.

Scegliere Unimont come percorso di formazione significa anche decidere di misurarsi con la vita in montagna, e la caratteristica location di Unimont – tra le montagne della Lombardia – è tra i primi punti di forza della didattica offerta dal Polo: la montagna va infatti affrontata lavorando direttamente dai territori locali, che vanno vissuti ed interpretati per le specificità che li rendono unici, trasformando in modo sostenibile le risorse in valore e ricchezza; un processo possibile solo attraverso competenza, professionalità e approccio innovativo dei futuri montanari – oggi giovani studenti. Un’offerta esperienziale unica e distintiva, a cui Unimont ha deciso di non rinunciare, per non compromettere l’elevato standard di qualità della propria didattica.

Nel corso dell’incontro gli studenti hanno ricevuto tutte le indicazioni necessarie per iniziare al meglio questo nuovo percorso: dalle informazioni sui servizi per studenti con DSA illustrate da Raffaella Zanchi, a quelle sul Tutor Universitario fornite dal professore Alberto Tamburini, passando dalla presentazione delle attività formative extracurriculari offerte dall’Associazione Val.Te.Mo e illustrate dal dott. Luca Giupponi; per arrivare alle essenziali informazioni sull’uso della Biblioteca di Ateneo, grazie alla guida del Dott. Roberto Moretti, e infine tutte le informazioni pratiche sull’Ateneo fornite da Stella Pedrazzi, responsabile della segreteria del polo UNIMONT.

Dopo la chiusura dell’evento di benvenuto, le matricole hanno affrontato la prima lezione della loro carriera universitaria: Chimica Generale e Inorganica insieme alla Prof.ssa Stefania Mazzini dell’Università degli Studi di Milano. La didattica a Unimont ricomincia così in modalità mista, nel pieno rispetto delle regole di sicurezza sanitaria. Accanto alle regole comuni – mascherina, distanza, igienizzazione frequente delle mani, no assembramenti, prenotazione della presenza in aula tramite app e misurazione della temperatura prima dell’ingresso negli edifici - senso di responsabilità personale e rispetto delle regole si aggiungono come ulteriori prerequisiti per l’accesso.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136