QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Trentino, assegnati alle scuole finanziamenti per interventi a bisogni educativi speciali

sabato, 12 ottobre 2013

Trento – La Giunta provinciale ha stanziato 6 milioni di euro per l’assistenza educativa a favore degli alunni con bisogni educativi speciali nelle istituzioni scolastiche e formative provinciali per il triennio 2013- 2015.esami_maturità

Il sistema scolastico provinciale prevede il finanziamento di servizi a favore di studenti con bisogni educativi speciali. La Giunta provinciale ha approvato questa mattina uno stanziamento di 6.012.324 euro per l’assistenza agli alunni con bisogni educativi speciali.

Nel dettaglio le risorse finanziarie in favore delle istituzioni scolastiche e formative provinciali per l’attuazione degli interventi di assistenza in convenzione ammontano a :
- Euro 1.460.171,34 per il periodo settembre – dicembre 2013
- Euro 2.900.674,40 per i periodi gennaio-giugno 2014 e settembre-dicembre 2014
- Euro 1.651.478,40 per i periodi gennaio-giugno 2015 e settembre-dicembre 2015
Tale intervento è attuato da soggetti privati accreditati con i quali le istituzioni stipulano apposite convenzioni. Le risorse finanziarie vengono assegnate su base pluriennale (esercizi 2013-2015) al fine di assicurare continuità nell’assistenza agli studenti.

A fronte di un aumento di circa 195 nuovi casi rispetto allo scorso anno di alunni con bisogni educativi speciali la Giunta provinciale ha investito il maggior numero di risorse disponibili per garantire l’integrazione e l’inclusione degli studenti con bisogni educativi speciali a partire dalla scuola dell’infanzia fino all’istruzione superiore.

Un raffronto tra i dati disponibili al 31 luglio di ogni anno evidenzia che nell’ultimo biennio (2012-2013 2013-2014) sono incrementate non solo le ore assegnate agli assistenti educatori in convenzione, passate dalle 3670 del 2012 alle 4071 del 2013, ma anche le assegnazioni di personale specializzato. Alla stessa data le assegnazioni di docenti di sostegno a favore di studenti certificati ai sensi della legge 104/92 negli istituti pubblici provinciali sono state di 563 unità per l’anno scolastico 2012-2013 e di 573 unità per l’anno scolastico 2013-2014. Nello stesso periodo di raffronto il numero dei facilitatori è passato da 67 unità del 2012-2013 alle 75 del 2013-2014. Infine, mentre il numero degli assistenti educatori PAT è rimasto invariato a 183 unità, quello degli assistenti educatori in convenzione è passato da 157 a 182 unità.

Il rapporto docente di sostegno-alunni con disabilità nelle istituzioni scolastiche della Provincia di Trento per lo stesso biennio di riferimento (2013-2013 2013-2014) si mantiene pressoché stabile nell’intervallo 1,57-1,65 a fronte di una media nazionale che oscilla tra 1,9 e 2. La versione integrale della delibera si potrà consultare e scaricare, a partire da martedì prossimo 15 ottobre 2013, sul portale della scuola trentina www.vivoscuola.it


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136