Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Dimaro Folgarida, interrogazione di Coppola (Futura): “Cosa è stato fatto a due anni dalla tragedia?”

giovedì, 8 ottobre 2020

Dimaro Folgarida – Botta e risposta in Consiglio provinciale a Trento sulla situazione di Dimaro Folgarida (Trento) a due anni dalla tempesta Vaia e tragedia che ha colpito la comunità.

Dimaro 1Qual è la situazione a quasi due anni dalla tragedia in Val di Sole? E’ questo l’interrogativo posta da Lucia Coppola (Futura) alla Giunta. Vista la pericolosità del Rio Rotian, esondato per la tempesta Vaia alla fine di ottobre 2018 causando distruzione e morte a Dimaro, Lucia Coppola ha chiesto “se alla zona sia stata applicata la Carta di sintesi della pericolosità, se è vero che accanto al campeggio spazzato via dalla colata di fango portata a valle dal Rio Rotian funzioni un’area sosta camper di proprietà del titolare dell’ex campeggio, se gli è stata rilasciata una nuova licenza di campeggio e/o affittacamere nella stessa zona, se sia stata classificata la pericolosità per quest’area, se nella zona della frana o in una limitrofa vi siano terreni edificabili a destinazione privata e alberghiera o quale sia comunque la destinazione di questi terreni, e infine con quali opere e con quale spesa la Provincia Autonoma di Trento intende intervenire per mettere in sicurezza le aree situate lungo il Rio Rotian nel Comune di Dimaro“.

L’assessore Mattia Gottardi Gottardi ha risposto che “nell’area è presente un campeggio e un’area di sosta camper per la quale per la quale non è stata presentata scia ai sensi della legge 19 del 2012. La nuova carta della pericolosità prevede che, per i lavori che si stanno facendo per la messa in sicurezza della zona, un piano di protezione civile che in caso di pericolo fa scattare l’allarme“.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136