QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Cles: nuovi parcheggi, sistemazione giardini di via Mattioli e piano del centro storico. Il punto dell’assessore Fondriest

mercoledì, 18 maggio 2016

Cles – Piano attuativo di via Mattioli e revisione del piano dei centri storici. Sono queste le principali novità della cittadina nonesa. L’assessore all’Urbanistica del Comune, Diego Fondriest (nella foto), fa il punto sull’attività degli ultimi mesi e su alcuni  provvedimenti adottati, oltre al bando pubblicato nella giornata di ieri sui centri storici.Diego Fondriest assessore Cles

“Dopo alcuni mesi di studio – spiega l’assessore Diego Fondriest – abbiamo messo in campo alcuni interventi, partendo dai Piani Attuativi e in quest’ottica è stato appena approvato l’intervento su via Mattioli, con l’urbanizzazione dell’area, che avrà una ricaduta per l’intera comunità: infatti sono previsti, con gli oneri di urbanizzazione, interventi sul parcheggio e sui giardini con vantaggi per chi frequenta il centro giovani e nuove disponibilità per la scuola dell’infanzia”.

Il piano – così come approvato – prevede la realizzazione e relativa cessione a titolo gratuito del nuovo marciapiede di circa 70 metri quadri, la realizzazione e cessione di  un parcheggio pubblico  con una superficie di 448 metri quadrati e la realizzazione di un giardino per la scuola d’infanzia di 473 metri quadri e la realizzazione di un muretto con parapetto di separazione tra il parcheggio pubblico ed il lotto di proprietà privata e di un muro con recinzione alta due metri di separazione tra il parcheggio pubblico e la scuola dell’infanzia. Inoltre è prevista la realizzazione dell’ampliamento dello spazio giovani e il potenziamento di via Mattioli, consistente in un parcheggio ed un marciapiede per complessivi 174 metri quadri. “Come assessorato stiamo effettuando una verifica tecnica – prosegue l’assessore Fondriest – perché quanto indicato nel Piano Regolatore, approvato alcuni anni fa, non corrisponde più alle esigenze di Cles e quindi è fondamentale per un’Amministrazione effettuare quindi una verifica e al termine – se necessario – ci sarà un adeguamento dello strumento urbanistico”.

Nel documento – approvato dal Consiglio comunale – anche la tutela ambientale, con salvaguardia di un albero di oltre 60anni e la sistemazione dei giardini pubblici.

INTERVENTO SUI CENTRI STORICI

Ieri è stato emesso il bando per il piano del centro storico. L’obiettivo dell’Amministrazione comunale clesiana è la revisione dello strumento urbanistico, con la valutazione del patrimonio edilizio storico, anche di carattere sparso, con revisione di tutte le schede di intervento sugli edifici, revisione delle norme di attuazione, redazione di abaco tipologico con indicazione dei materiali, tipologie ammesse e vietate, particolari costruttivi, decoro urbano e valutazione degli spazi vuoti.

“Verrà effettuata sugli edifici degli insediamenti storici anche di carattere sparso – osserva l’assessore all’Urbanistica Diego Fondriest – una valutazione relativamente alla possibilità o meno di sopraelevazione secondo quanto previsto dall’articolo 105 della Legge Provinciale 15/2015″. Le persone interessate possono presentare proposte o richieste non vincolanti al Comune di Cles entro 16 giugno. Tra le iniziative dell’Amministrazione Mucchi anche quella di offrire la possibilità ai privati, in particolare esercizi pubblici, bar, locali e negozi, di utilizzare gli spazi nella zona attigua all’attività commerciale. “Il nostro obiettivo – conclude l’assessore Fondriest – è, compatibilmente con le norme vigenti, togliere quei vincoli e dare l’opportunità alle diverse attività presenti sul territorio comunale di esercitare nel migliore dei modi l’attività”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136