Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Volley, Serie A1 femminile: Busto Arsizio non fa sconti a Trento

domenica, 4 ottobre 2020

Busto Arsizio – Si interrompe a Busto Arsizio la serie d’oro della Delta Despar Trentino, che dopo due successi consecutivi si inchina in tre set al cospetto dell’Unet E-Work. Un ko a testa alta per le gialloblù di Bertini che soprattutto nella prima e nella terza frazione di gioco hanno reso la vita assai complicata ad una squadra dotata di ottime individualità e da anni tra le principali protagoniste del massimo campionato italiano. Alle gialloblù non basta l’ottima prestazione di Vittoria Piani, top scorer nella metà campo trentina con 20 palloni stampati a terra, uno in più rispetto a Mingardi, artefice pure lei di una prova di grande spessore. Foto di Luciano Tamanini-Trentino Rosa.

volley foto Luciano Tamanini – Trentino Rosa trentoBertini ripropone lo stesso starting six visto all’opera nelle prime due uscite: spazio a Cumino in regia, Piani opposto, Melli e D’Odorico in banda, Fondriest e Furlan al centro e Moro libero. Fenoglio risponde con Poulter al palleggio, Mingardi opposto, Gennari e Gray laterali, Olivotto e Stevanovic al centro e Leonardi libero.

Partenza sorprendente della Delta Despar che con grande attenzione e aggressività si spinge sul 3-8 obbligando Fenoglio a chiamare time out. L’interruzione scuote Busto Arsizio (dentro Escamilla per Gray in banda) che sul turno al servizio di Stevanovic mette in crisi Trento: la ricezione fatica e D’Odorico viene fermata per due volte a muro da Olivotto e Poulter con le padrone di casa che raggiungono e sorpassano la Delta Despar (10-8). Cumino si aggrappa ad un’ottima Piani per sbrogliare le situazioni più complesse (14-12), Trento ci crede e con l’ace di Melli giunge fino al-1 (17-16). La difesa di Busto, però, fa la differenza in più di un’occasione (19-16), Furlan suona la carica a muro e l’errore a rete di Mingardi avvicinano nuovamente Trento (22-21). Bertini alza il muro con Bisio, mossa indovinata perché Trento difende e contrattacca il 23-23 con Melli. Finale emozionante che premia Busto con Mingardi ed Escamilla abili ad eludere il muro gialloblù (25-23).

La seconda frazione si apre nel segno dell’ottimo muro lombardo con Stevanovic che ferma per due volte le attaccanti trentine, regalando il primo allungo all’Unet (9-5). Il time out di Bertini non cambia l’inerzia del set, Busto difende ogni pallone e con la neo entrata Herrera Blanco (dentro per Olivotto) alza ulteriormente il proprio muro, creando non poche difficoltà ad una pur volenterosa Delta Despar (14-8). Le gialloblù reagiscono con una Piani implacabile da posto-2, ma Mingardi ed Escamilla mantengono a debita distanza Busto Arsizio (19-13), che nel finale allunga ulteriormente e vola rapidamente sul due a zero (25-18).

Trento parte con il piglio giusto nel terzo set (0-2) ma il turno al servizio di una brillante Mingardi scava il solco tra le due squadre, con Busto Arsizio avanti 7-3 e Bertini obbligato a chiedere time out. L’infortunio alla caviglia dell’americana Poulter costringe Fenoglio al cambio in regia con l’inserimento di Bonelli; Furlan cresce a muro e con due block avvicina la Delta Despar (13-11), che trova la parità con l’attacco di Piani e l’errore di Bonelli (16-16). Due sbavature in ricezione e un attacco out di Piani valgono il nuovo strappo di Busto (20-17), entra anche Piccinini a dar man forte in seconda linea e le padrone di casa conducono in porto la frazione, chiusa dalla pipe dell’ottima Mingardi, intascando così i tre punti (25-21).

Domenica prossima la Delta Despar Trentino tornerà al Sanbàpolis dopo due trasferte consecutive, per un match molto importante in chiave salvezza contro la Zanetti Bergamo.

Le dichiarazione dei protagonisti

Maria Luisa Cumino (alzatrice Delta Despar Trentino): «Abbiamo avuto un gran bell’inizio di partita, non era semplice perché ci aspettava una squadra molto agguerrita e che aveva bisogno di fare punti. Loro sono cresciute molto, noi ci abbiamo provato fino all’ultimo ma non è stato sufficiente per riuscire a muovere la classifica. E’ stato emozionante tornare nel palazzetto dove ho giocato per due stagioni, anche se è sempre molto strano giocare con un numero ridotto di spettatori. Archiviamo la sconfitta e speriamo di tenere alto il nostro livello di gioco e il nostro entusiasmo per riuscire a dare del filo a torcere alle squadre che incontreremo sul nostro cammino».

Il tabellino della partita giocata oggi a Busto Arsizio

Unet E-Work Busto Arsizio – Delta Despar Trentino 3-0
Parziali: 25-23, 25-18, 25-21
Unet E-Work Busto Arsizio: Poulter 3, Mingardi 19, Gennari 10, Gray 0, Olivotto 4, Stevanovic 6, Leonardi (L); Escamilla 5, Herrera Blanco 6, Bonelli 0, Piccinini 0, Cucco ne, Bulovic ne. All. Fenoglio
Delta Despar Trentino: Cumino 0, Piani 20, D’Odorico 7, Melli 11, Furlan 6, Fondriest 4, Moro (L); Ricci ne, Bisio 0, Trevisan 0, Marcone ne, Pizzolato ne. All. Bertini
Arbitri: Alessandro Tanasi e Antonella Verrascina
Durata set: 33′, 23′, 28′ (totale: 1h24′)
Note: Busto Arsizio (attacco 42, muro 9, battuta 2, errori azione 6, errori battuta 11), Delta Despar (attacco 39, muro 5, battuta 4, errori azione 11, errori battuta 11). Spettatori 450 circa.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136