Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Bormio: la valanga azzurra si allenerà sul ghiacciaio dello Stelvio

mercoledì, 13 maggio 2020

Bormio – Quest’estate gli atleti azzurri si alleneranno allo Stelvio, in sicurezza secondo i protocolli dell’emergenza sanitaria. I primi arrivi a giugno: le squadre maschili e femminili avranno a disposizione solo per loro gli impianti dello Stelvio e un hotel da 90 posti letto. A fine maggio, come da copione, sarà aperto al traffico dal Passo dello Stelvio e successivamente si potrà salire anche per sciare sul ghiacciaio.

La nazionale azzurra avrà a disposizione, in base all’accordo tra la FISI (Federazione Italiana Sport Invernali), guidata dal presidente Flavio Roda, e il direttore della Sifas, la società che gestisce gli impianti di risalita, Umberto Capitani, il ghiacciaio e un hotel, il Livrio. L’intesa prevede che dal 1 al 30 giugno gli atleti potranno prepararsi sul ghiacciaio, con l’esclusiva dell’alloggio al Livrio. Il presidente della FISI, Flavio Roda, ha individuato una soluzione alternativa al programma tradizionale che – negli scorsi anni – prevedeva per gli atleti azzurri l’allenamento in vista della nuova stagione in località del Sud America. Quest’anno invece si fermeranno sulle Alpi e sul ghiacciaio dello Stelvio.

Secondo Umberto Capitani, direttore della Sifas, la società che gestisce gli impianti di risalita sulle piste del Passo dello Stelvio, è il primo segnale di ripartenza per l’Italia degli sport invernali e per tutto il Paese. Lo Stelvio torna così ad essere la patria della valanga azzurra.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136