QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Basket, Lega Awars 2015: pioggia di premi su Trento, Mitchell MVP di serie A1, Trainotti dirigente dell’anno, Buscaglia coach of the year

venerdì, 8 maggio 2015

Trento – Ufficializzati i Lega Basket Awards 2015: a votare i tre alfieri bianconeri un panel di giornalisti specializzati e capitani, allenatori e general manager di serie A. La regular season non è ancora finita, e sulla Dolomiti Energia Trentino già arrivano riconoscimenti ufficiali a pioggia.Trainotti e Nardelli (Copia)

LegaBasket ha infatti ufficializzato i Lega Awards 2014-2015. In base alle preferenze espresse da capitani, allenatori e dirigenti di serie A Beko, e da un panel selezionato di giornalisti specializzati, tre dei quattro riconoscimenti individuali hanno premiato la straordinaria stagione del club bianconero, che al primo anno in serie A Beko, con una squadra ed un club interamente composto da esordienti assoluti, è stato capace di presentarsi all’ultima giornata di regular season in corsa per chiudere al quarto posto in classifica.

Tony Mitchell, complice una stagione da 20.7 punti, 5.3 rimbalzi, 2.3 assist ed una marea di spettacolo, è stato nominato miglior giocatore del campionato.

Maurizio Buscaglia, alla luce di un invidiabile record di 18 vittorie e 11 sconfitte nella sua prima stagione nella prima stagione nella massima serie italiana, è stato invece selezionato come allenatore dell’anno confermando il premio conquistato l’anno passato in LegaDue.

Salvatore Trainotti, lui pure al primo anno da general manager nella massima serie e già gm dell’anno di LegaDue l’anno scorso, è stato selezionato come dirigente dell’anno.
I tre esponenti del club trentino riceveranno ufficialmente i premi lunedì pomeriggio a Roma. Di seguito le loro schede personali:
Salvatore Trainotti
La scheda
Salvatore Trainotti, 44 anni, trentino di nascita, laurea in Economia Politica e Master in Gestione e Organizzazione di Associazioni No Profit, è diventato Direttore Sportivo di Aquila Basket Trento nel 2003, quando la società bianconera disputava il campionato di serie C Nazionale.
Dalla stagione 2005/06, la prima in B2 del sodalizio bianconero, diventa General Manager della società, incarico che ha ricoperto ininterrottamente fino alla stagione attuale. Nella stagione 2013/14 ha ricevuto dalla Lega Nazionale Pallacanestro il premio come “General Manager dell’anno” di Lega Adecco Gold.

Maurizio Buscaglia
La scheda
Maurizio Buscaglia, 46 anni, è alla sua decima stagione sulla panchina di Aquila Basket Trento. Nato a Bari, cresciuto cestisticamente in Umbria, ha iniziato ad allenare a Bologna, città in cui ha conseguito la laurea in Giurisprudenza. Nel 2002/03 è capo allenatore in B1 con i Bears Mestre e nel 2003/2004 arriva a Trento per allenare Aquila Basket impegnata nel campionato di serie C Nazionale. Nel 2005 conquista con Trento la promozione in B2 e vince la Coppa Italia di categoria. Nel 2005/06, alla stagione d’esordio in B2, conduce la squadra trentina fino alla gara 5 della finale playoff contro la Reyer Venezia, vinta però da quest’ultima. Al termine della stagione 2006/07 torna ai Bears Mestre in B2 e poi l’anno successivo siede sulla panchina del Perugia Basket in B2. Con Perugia conquista subito la promozione in B1 e l’anno successivo con la squadra umbra arriva alla semifinale playoff. Nel 2010 coach Buscaglia ritorna a Trento: al termine della stagione 2011/12 Aquila Basket ottiene la promozione in Legadue battendo in finale Chieti per 3 a 1. Nel 2013 coach Buscaglia guida Trento alla vittoria della Coppa Italia di LegaDue e alla semifinale playoff. Il 2013/14 è l’anno della promozione in serie A, arrivata al termine di un playoff esaltante chiuso da un 3 a 0 contro Capo d’Orlando. Nel 2013/14 riceve il premio di “Miglior coach dell’anno” della Lega Gold.

Tony Mitchell
La scheda
Tony Mitchell nasce il 7 agosto del 1989 a Swainsboro, cittadina di poco più di settemila abitanti situata nel cuore della Georgia, nel Sud-Est degli Stati Uniti.
Durante la sua esperienza alla Swainsboro High School lascia il football americano per dedicarsi alla pallacanestro. Nel suo anno da junior, chiuso a 19 punti, 8 rimbalzi e 5 stoppate di media a gara, viene nominato giocatore dell’anno 2007 per la Georgia da parte della Sport Writers Association.

L’anno successivo, la sua stagione finale alla Swainsboro High School, trascina il team al titolo regionale con 27 punti, 8 rimbalzi e 5 stoppate. Inserito tra i migliori prospetti della pallacanestro giovanile della nazione, nell’estate sottoscrive una lettera di intenti con coach Mark Gottfried di Alabama University. Dopo un anno di transizione alla Prep School di Central Park Christian, che guida al titolo della lega statale delle scuole cristiane con 25 vittorie e nessuna sconfitta, gioca per due stagioni con la maglia dei Crimson Tide di Alabama, durante le quali è più volte nominato giocatore della settimana per la SouthEast Division e colleziona un career high di 27 punti nel match vinto contro Arkansas.

Dichiaratosi eleggibile per il Draft 2012 senza essere scelto, gioca la Summer League di Las Vegas con la maglia dei Sacramento Kings, prima di passare in NBA D-League dove diventa punto di forza dei Fort Wayne Mad Ants. Nella primavera 2013 vince per la prima volta la gara delle schiacciate della Lega di sviluppo NBA (D-League Dream Factory Dunk Contest), di cui a fine stagione diventerà anche Rookie of The Year 2013 grazie ad una stagione da secondo realizzatore assoluto con 21.9 punti di media, uniti a 6.4 rimbalzi e 2.7 assist.

A maggio 2013 accetta le offerte di una formazione filippina, i Talk ‘N Text Tropang Texers con cui disputa la Commissioner’S Cup. Rientrato negli Stati Uniti per giocare la Summer League di Orlando con i Boston Celtics e quella di Las Vegas con i New York Knicks, parte per la Cina dove disputa 11 gare con i Jilin Northeast Tigers. Finisce la stagione ai Fort Wayne Mad Ants, con cui conquisterà il titolo, impreziosendo la sua stagione con una parentesi di dieci giorni (3 gare, 6 punti realizzati) nella NBA nelle file dei Milwaukee Bucks.
Nell’estate 2014, dopo aver giocato la Summer League di Las Vegas nella rappresentativa della D-League, viene ingaggiato dalla Dolomiti Energia Trento.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136