QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Val di Sole: dal prossimo weekend si scia nelle tre ski aree. Promozioni ed eventi: ecco come vivere l’inverno

martedì, 28 novembre 2017

Passo Tonale – Ha scelto la formula della presentazione a più alta quota d’Italia - ai 2753 metri di altitudine del rinnovato rifugio Nuova Capanna Presena, sul noto ghiacciaio Presena sopra il Passo Tonale – APT Val di Sole per aprire ufficialmente la sua stagione bianca con tanto di brindisi al Panorama 3000 Glacier, scenografico sky bar all’arrivo della cabinovia Presena.

Apt val di Sole e direttore società Comprensori 1Dal prossimo weekend oltre alla Skiarea Pontedilegno–Tonale, apriranno la Skiarea Folgarida-Marilleva e la Skiarea Pejo 3000.

In attesa delle nuove nevicate, l’inverno della Val di Sole nel Trentino nord occidentale prevede novità a fiocchi, nei suoi 270 km di piste e 97 impianti di risalita complessivi.

“APT Val di Sole – spiega il Direttore generale Fabio Sacco - ha voluto organizzare una presentazione vera, dando l’opportunità a tanti giornalisti della stampa nazionale e locale di vivere la giornata tra sciate, panorami mozzafiato e buona cucina, quello che chiunque fino al 1 maggio 2018 può vivere andando a sciare al Passo Tonale”.  Sacco ha sottolineato in particolare la fondamentale sinergia tra le tre ski aree valligiane (Pontedilegno-Tonale, Folgarida-Marilleva e Pejo) tramite il biglietto unico Superskirama ed il nuovo sistema di mobilità/skibus con la realizzazione di un hub centrale di interscambio a Daolasa per le linee a servizio delle tre località.

Piste perfette grazie al sistema di innevamento programmato, un processo assolutamente naturale di creazione del fondamentale manto bianco tramite acqua ed aria. Michele Bertolini, Presidente del Consorzio Adamello Ski Pontedilegno-Tonale, ha ricordato in primo luogo il potenziamento del sistema di innevamento sia sul ghiacciaio Presena, sia sulle varie piste del Passo Tonale e della ski area di Ponte di Legno e Temù: “la priorità, compatibilmente con le condizioni atmosferiche, è quella di riuscire ad innevare ed aprire le piste nel minor tempo possibile ed in tale ottica va visto anche il nostro investimento futuro da 4 milioni di euro previsto per la realizzazione entro l’inverno 2018-2019 di un bacino da 120 mila metri cubi di acqua in località Valbiolo, nel versante trentino del Tonale”.

La lunga stagione bianca nella skiarea Pontedilegno-Tonale, iniziata ufficialmente con le prime discese sabato 11 novembre scorso sul ghiacciaio Presena, vivrà una spettacolare ouverture sabato 9 dicembre con il concerto nel cuore di Pontedilegno di Francesco Gabbani, vincitore dell’ultimo Festival di Sanremo.

Grandi lavori per l’innevamento e sistemazione piste anche a Pejo nel Parco Nazionale dello Stelvio, dove il via alle discese con gli sci sarà invece sabato 2 dicembre: Simone Pegolotti, Direttore commerciale di Pejo Funivie Spa, ha sottolineato la fine dei lavori per la realizzazione dell’impianto di innevamento in Valle della Mite, scenografica pista rossa con partenza dai 3000 metri di quota, 4 km di lunghezza e mille metri di dislivello. Nel corso dell’inverno saranno poi ultimate in località Beverina, nei pressi della veloce seggiovia Saroden, due nuove e complete aree di grande divertimento per qualsiasi tipo di rider ed appassionati di sci a doppia punta. Da sottolineare poi che Pejo ospiterà dal 10 al 13 gennaio i prestigiosi Campionati Italiani di sci della Protezione Civile.

Importanti novità anche a Folgarida-Marilleva, cuore della Skiarea Campiglio Dolomiti di Brenta, la più grande del Trentino con ben 150 km di piste. Cristian Gasperi, Direttore generale di Funivie Folgarida Marilleva Spa, ha posto l’attenzione sui 12 milioni totali di investimento nel 2017 per l’ampliamento del sistema di innevamento e per la realizzazione della nuova seggiovia Malghette, che entrerà in funzione proprio il primo giorno della stagione sci previsto sabato 2 dicembre: una moderna seggiovia quadriposto ad agganciamento automatico, rivestita da “bubble” – bolle azzurre dal design innovativo – che in soli 4 minuti conduce al Monte Vigo, bellissimo punto panoramico a quota 2.179 m di fronte al fantastico scenario dello Dolomiti di Brenta. Da scoprire anche la rinnovata pista rossa Malghette, completamente ristrutturata e di collegamento “sci ai piedi” con il comprensorio di Madonna di Campiglio e Pinzolo. Potenziate anche le webcam, sempre richiestissime soprattutto dopo le nevicate e triplicato anche il Family Park a Folgarida con animatori attivi tutto l’inverno per far divertire in tutta sicurezza sulla neve i piccoli nuovi e futuri sciatori.

VIDEO 1

 

VIDEO 2

Sport

SCI

Chi cerca nuovi tracciati da esplorare, piste sempre diverse su cui sciare e surfare, un territorio da vivere al proprio ritmo, può trovare il suo personale angolo di paradiso in Val di Sole: il settore nord-occidentale del Trentino, tra il Lago di Garda e l’Alto Adige, offre tutto questo, e molto di più.

Con un unico skipass e grazie alla preziosa rete dei collegamenti con ski bus gratuiti è infatti possibile sciare ogni giorno in una nuova stazione, ed affrontare così piste sempre diverse, in un ambiente di volta in volta differente, ma sempre affascinante ed unico. La varietà e la bellezza delle piste, la professionalità delle scuole di sci, presenti nelle stazioni di Folgarida – Marilleva, Pontedilegno-Tonale (qui anche in tarda primavera) e Pejo, sono un potente fattore attrattivo.

Tutto intorno, si stagliano i gruppi montuosi più maestosi dell’arco alpino: le Dolomiti di Brenta, l’Adamello – Presanella ed il gruppo dell’Ortles – Cevedale.

Folgarida – Marilleva

Con due stazioni raddoppia anche il divertimento. 25 moderni e veloci impianti di risalite, 62 km di discese, 36 piste da sci adatte ad ogni profilo (38 % facili, 49 % medie, 13 % difficili) e tante strutture ricettive che si affacciano direttamente sulle piste: Folgarida-Marilleva è un paradiso per gli amanti dello sci alpino come dello snowboard/free-style. Entrambe le stazioni sono dotate di illuminazione per lo sci in notturna, che offrono un’esperienza memorabile per gli amanti delle discese al tramonto. Le piste di Folgarida-Marilleva sono raggiungibili anche mediante il Dolomiti Express: il treno che porta direttamente al piano di imbarco della telecabina 8 posti di Daolasa mediante la quale, dal centro della Val di Sole, è possibile raggiungere quota 2040 m. in soli 12 minuti. E non è tutto: il collegamento “sci ai piedi” con Madonna di Campiglio e Pinzolo è la porta d’ingresso della SkiArea Campiglio Dolomiti di Brenta, Val di Sole Val Rendena, con 150 km di piste servite da unico skipass.

Novità! 

La nuova seggiovia Malghette

Destinazione Monte Vigo, bellissimo punto panoramico a quota 2.179 m. Basta accomodarsi sui comodi sedili con cuscino e lasciarsi trasportare dalle “bubble”, le bolle azzurre dal design innovativo che rivestono la nuova seggiovia quadriposto Malghette ad agganciamento automatico. In soli 4 minuti si arriva in cima. Da scoprire anche la rinnovata pista rossa Malghette, completamente ristrutturata e di collegamento “sci ai piedi” con il comprensorio di Madonna di Campiglio e Pinzolo.

Restyling pista Ometto 2

Ottime notizie per i tanti estimatori dell’“Ometto 2” , ideale per le competizioni organizzate da sci club e ski team. La pista è stata risistemata, e grazie all’impianto di innevamento programmato sarà totalmente fruibile in ogni periodo della stagione invernale.

Neve di alta qualità

Neve di alta qualità e piste perfettamente innevate per tutto l’inverno: una realtà possibile grazie agli investimenti e agli impianti di innevamento come quello realizzato per la lunga pista di rientro “Azzurra”, che arriva “sci ai piedi” fino all’abitato di Folgarida. 

Pontedilegno-Tonale

Qui l’inverno dura di più: fino a sei mesi di neve assicurati a Pontedilegno-Tonale, tra Trentino e Lombardia, dove sono abolite le mezze stagioni. Merito degli impianti del noto Ghiacciaio Presena, a quota 3000 metri. Passo Tonale offre 30 moderni impianti a servizio di 100 km di piste, che possono contare su abbondanti condizioni di innevamento naturale ed un completo sistema di innevamento programmato. Fiore all’occhiello della stazione la famosa pista nera “Paradiso“, tra le più lunghe, belle ed emozionanti discese dell’intero arco alpino. Il Tonale offre inoltre uno snowpark, l’Adamello Snowpark Tonale, con track per rider esperti ed un park per principianti, ed una pista da skicross tra le più lunghe delle Alpi, con oltre 1000 metri di discesa da percorrere tutta d’un fiato tra salti, gobbe e paraboliche da brivido. E dopo un’intensa giornata trascorsa sulla neve è il momento di rilassarsi con gli amici: spazio alla musica, ai cocktail e alle gustose ricette nei tanti locali après-ski e nei disco pub che rendono Passo Tonale una delle località più note per la vita “by night“.

Novità’

Potenziato il sistema di innevamento

Sia sul ghiacciaio Presena, sia sulle varie piste del Passo Tonale e della ski area di Ponte di Legno e Temù è stato potenziato il sistema di innevamento. La priorità, compatibilmente con le condizioni atmosferiche, è quella di riuscire ad innevare ed aprire le piste nel minor tempo possibile.

Pejo

Lontano dalla confusione, un gioiello dove assaporare silenzio e tranquillità, particolarmente adatto per famiglie e bambini. La più antica stazione turistica della Val di Sole offre un panorama mozzafiato, dominato dalle cime più note del Gruppo del Cevedale. Un ambiente da ammirare scendendo dalle pendici del Monte Viòz verso il paese, oppure salendo con la veloce funivia PEJO 3000: la porta di ingresso per l’emozionante discesa della pista Val della Mite, 4 km di tracciato che arrivano ai 2000 metri della località Tarlenta. Pejo, il più alto Comune del Trentino, è famosa per le sue acque termali, note sin dal 1650. Motivo in più per fermarsi alle Terme, e rilassarsi dopo una giornata in pista, scegliendo una delle tante formule wellness.

Novità!

Alla scoperta della Valle della Mite e della pista Doss dei Gembri

Da dicembre 2017 sarà possibile divertirsi con i cambi di pendenza della nota pista rossa della Valle della Mite, nel Parco Nazionale dello Stelvio, approfittando del nuovo impianto di innevamento. Altra novità l’ampliamento della pista Doss dei Gembri, una lunga pista rossa immersa nella natura, che conduce dai 2300 ai 2000 metri di altitudine della località Tarlenta.

Family Park e Fun Slop

In località Beverina, nei pressi della veloce seggiovia Saroden: due nuove e complete aree di grande divertimento per qualsiasi tipo di rider ed appassionati di sci a doppia punta.

FREERIDE

Scendere da una montagna imbiancata solcando pendii di neve fresca. Lasciare la propria traccia come un pittore su una tela bianca, scegliendo una traiettoria personale in un contesto di cime innevate e natura incontaminata. Tutto questo è il freeride, una “corsa libera” fuori pista. In Val di Sole l’itinerario più noto è senza dubbio rappresentato dalla discesa del Cantiere al Passo Tonale, lungo la Val Presena. Conosciuta anche come la Sgualdrina, questa valle è un vero paradiso per il freeride. Negli anni’ 70 i gestori del comprensorio avevano intuito il suo potenziale costruendo una seggiovia, ora chiusa da moltissimi anni, che da metà di questo fuoripista riportava gli appassionati al Passo Paradiso.

La discesa del Cantiere al Passo Tonale: itinerario 

Per questo fuoripista ci sono tre ingressi, Cantiere (dislivello 1100 m), Sgualdrina (dislivello 900 m) e Monticello (dislivello 800 m), che confluiscono nello stesso itinerario. Il percorso più lungo, Cantiere, inizia dal punto di arrivo della telecabina Presena e percorre un’ampia valle, con qualche cambio di pendenza ripido, prima di raggiungere una zona più pianeggiante. Si imbocca poi la stradella militare che riporta al Tonale. Si chiama Sgualdrina invece il percorso che parte dal nuovo rifugio Presena e passa dietro la telecabina, attraversando un ampio pendio, mentre da Passo Paradiso parte il terzo ingresso, il Monticello, che scende lungo una conca a Sud dell’omonima cresta.

SCIALPINISMO

Con le pelli di foca sotto gli sci si avanza nel silenzio, fino alla ricompensa finale, una discesa mozzafiato. La Val di Sole offre tante possibilità per praticare lo scialpinismo. I monti che coronano la valle costituiscono un’autentica, vastissima palestra per gli amanti di questa specialità. Tra i molti itinerari merita senza dubbio una menzione particolare la salita a Cima Venezia (3.290 m.) attraverso il Passo della Vedretta, cui segue la “discesa del Pisgana”, una splendida discesa a valle lunga 14 chilometri, con dislivello di 2.000 metri, considerata dagli esperti una delle più belle vie dell’intera Europa. L’escursione può essere affrontata in un solo giorno: da Passo Tonale (1883 m.), rinomata località turistica a cavallo tra Trentino e Lombardia, si sale sino al Passo Presena (3.000 m.) utilizzando le due veloci telecabine (Paradiso e Presena), per scendere poi con facile sciata al rifugio Mandrone (2.449 m.). Di qui inizia il tratto in salita che conduce al Passo della Valletta (3.191 m.); con un ultimo sforzo si sale quindi in vetta al Monte Venezia (3.290 m.), da dove il panorama è superbo. Quindi via alla discesa, lungo la vedretta occidentale del Pisgana, un volo che per bellezza dei luoghi, lunghezza del percorso e dislivello, riserva allo scialpinista soddisfazioni indimenticabili.

Altre salite classiche in Val di Sole sono quelle al Monte Cevedale (3.769 m.), Cima Presanella (3.558 m.), Punta San Matteo (3.678 m.), Cima Rossa di Saent (3.347 m.). La pratica dello scialpinismo deve essere comunque “accompagnata” da prudenza ed attenzione: occorre conoscere il territorio, le caratteristiche della neve, la strumentazione. Per questo, prima di un’escursione, è meglio rivolgersi alle Guide Alpine della Val di Sole, pronte ad accompagnare gli sciatori e a fornire informazioni e consigli.

CIASPOLE

La stagione invernale, in Val di Sole, è anche “slow”, un’emozione da assaporare lentamente. Camminando con le ciaspole ai piedi è impossibile non restare colpiti dalla successione ininterrotta di vette, cime e ghiacciai che si offrono alla vista, riscoprendo il contatto profondo con la natura nel silenzio del paesaggio innevato. L’importante è rilassarsi e lasciarsi conquistare dalla quiete e dalla bellezza del panorama. In Val di Sole vengono proposti due tipi d’escursione. Chi desidera alternare sci sulle piste la mattina e ciaspole nel pomeriggio può scegliere itinerari a Marilleva, Passo Tonale, Folgarida e Peio, con partenza alle 14.00 rientro alle 17.30. Per informazioni, basta rivolgersi agli Uffici Turistici.

Con cadenza settimanale la Direzione del Parco Nazionale dello Stelvio organizza invece, con la collaborazione delle Guide Alpine, delle escursioni della durata di una giornata, mezza giornata o serali al chiaro di luna. Queste gite si svolgono in Val di Rabbi e in Val di Peio, suggestive vallate laterali della Val di Sole, nella natura incontaminata del parco, non richiedono particolare preparazione tecnica. Al rientro, per riscaldarsi, vin brulé per tutti.

Tra le varie escursioni nel Parco Nazionale dello Stelvio troviamo la salita al rifugio Doss dei Gembri in Val di Peio, nel gruppo dell’Ortles – Cevedale: una bella e facile escursione (400 metri di dislivello in salita) che dura l’intera giornata, con numerosi punti di interesse ambientale e paesaggistico che danno una visione completa dell’ambiente alpino invernale, con una splendida vista sul vicino Monte Vioz (3.645 m.) e sulla Presanella (3.558 m.). Si sale con la Telecabina Peio Fonti – Tarlenta sino al Rif. Scoiattolo (2.000 m.): da qui indossando le racchette da neve si cammina lungo un sentiero nella fitta foresta di abeti e pini cembri, fino alla panoramica Malga Saline (2.089 m.). Proseguendo si giunge in prossimità del Rifugio Doss dei Cembri (2.313 m.) dove è possibile degustare i piatti tipici locali. Discesa per la “Via dei Monti” dove è possibile eseguire delle stratigrafie della neve ed un’analisi nivometrica del manto nevoso insieme alle Guide.

SCI DI FONDO

Scivolare leggeri, quasi senza peso. Assaporare il silenzio, avventurarsi tra distese imbiancate, masi e percorsi nel bosco, mentre tutto intorno scorre un paesaggio sempre diverso, ancora più magico nella stagione invernale. Lo sci di fondo è al tempo stesso atletico e contemplativo, quasi una forma di meditazione. La Val di Sole ha una forte tradizione legata al Fondo, con itinerari vari e adatti a tutti, dai principianti ai più allenati. Abbondano i Centri Fondo, strutture che garantiscono una pluralità di servizi, dal noleggio agli spogliatoi, dai maestri alle piste battute.

Il più noto è sicuramente il centro fondo di Vermiglio, con piste che si snodano per una ventina di km incastonati fra il Parco Nazionale dello Stelvio e il Parco Naturale Adamello-Brenta, tra boschi di conifere e caratteristici masi. Tre i livelli di difficoltà, per i principianti e chi pratica questo sport a livello agonistico. Da provare assolutamente la suggestiva pista “Laghetti”, lunga 1.200 metri, illuminata fino alle 22,30, per un’affascinante sciata in notturna. Cogolo è la località perfetta per gli esordienti: la pista da fondo si sviluppa in una conca pianeggiante, con quattro piste facili e soleggiate. A Commezzadura troviamo un anello molto facile e un altro medio-difficile, per esperti, mentre a Rabbi il percorso, molto vario, si snoda nel Parco Nazionale dello Stelvio. Troviamo altre piste con centri fondo a Mezzana, 6 km con partenza lungo il fiume Noce, e a Ossana, con percorsi adatti a tutti.

GLACIALI EMOZIONI

Outdoor: l’arrampicata su ghiaccio

Anche un freddo blocco di ghiaccio può offrire emozioni indimenticabili, il brivido dell’ascesa, l’adrenalina di uno sport estremo da affrontare con piccozza, ramponi, casco ed imbragatura. L’ice climbing è di casa, in Val di Sole: l’importante è praticarlo in sicurezza, rivolgendosi alle Guide Esperte, che organizzano scalate e forniscono fondamentali informazioni sulle condizioni del ghiaccio.

In Val di Rabbi troviamo le famose dieci cascate di Valorz, le più amate dagli specialiste del ghiaccio. Sono immerse in un anfiteatro naturale di rara bellezza, con dislivelli tra gli 80 e i 250 metri, e pendenze da 45° a 90°. La più grande è la “cascata madre”, che da sola conta vari itinerari.

Ma in tutta la Val di sole troviamo almeno un’altra trentina di cascate: da non perdere, in località Valpiana, sopra il paese di Ossana, la “cascata grande”, che combinata con il “salto alto” diventa uno dei percorsi più imponenti e impegnativi, circondato da altre cascate minori. In Val di Peio in località Val Lamare si trovano ben 8 cascate, anche se la più interessante è il “salto dei Cembri”, con uno sviluppo di 100 metri.

Pattinaggio, Hockey, Broomball

Non solo neve: l’inverno in Val di Sole è divertimento a 360°. A partire dalle piste di ghiaccio, diffuse in tutto il territorio, a Malé, a Mezzana, a Pejo, al Passo Tonale, a Vermiglio. L’occasione per cimentarsi in piroette, ma anche scoprire l’hockey e il broomball, letteralmente “palla-scopa”, una sorta di hockey senza pattini.

SPORT INDOOR

Palestre

Lo sport in Val di Sole non è solo un hobby, ma una vera vocazione turistica, da vivere tutto l’anno. Anche in pieno inverno si possono praticare sport come pallavolo, basket e spesso anche tennis, nelle palestre attrezzate di tutta la Valle: da Caldes a Commezzadura, ma anche Croviana, Malé, Mezzana Marilleva, Pejo, Pellizzano, Rabbi e Vermiglio.

SLEDDOG

“Musher per un giorno”: in Val di Sole si può sperimentare l’emozione di condurre una slitta trainata da una muta di cani addestrati. Lo sleddog, che nei paesi nordici è stato per lungo tempo l’unico modo per coprire lunghe distanze, è un’esperienza di immersione nella natura veramente completa, perché rappresenta un modo diverso per vivere la neve e il rapporto con il miglior amico dell’uomo. Un’attività adatta a tutti, adulti e bambini, accompagnati da istruttori e in completa sicurezza. Per informazioni ci si può rivolgere alla “Huskyland scuola italiana sleddog progres” di Ponte di Legno.

CARROZZE SULLA NEVE

Nulla è più “fiabesco” di una carrozza o una slitta trainata da cavalli che attraversa il paesaggio invernale, tra montagne e distese candide immerse in una luce soffusa. Una forma di relax “itinerante”, per un’escursione altamente suggestiva e romantica in mezzo alla natura. Per viaggiare nel tempo basta salire su una delle carrozze messe a disposizione da vari operatori del territorio e lasciarsi portare alla scoperta di angoli nascosti della Val di Sole. A Cogolo di Peio troviamo l’Agritur Cazzuffi pronto ad offrire un’escursione di questo tipo, mentre nel vicino paese di Pellizzano c’è il Centro Equitazione alpina Val di Sole, che propone anche lezioni di equitazione, passeggiate nella natura e corsi per tutte le età.

FAMILY PARK

Mentre i grandi sciano, prendono il sole, o si godono il meritato relax, i bambini possono divertirsi tra gonfiabili e discese in slittino nei parchi gioco sulla neve oppure imparare a sciare negli snow park sulle piste da sci. Nei campi gioco attrezzati i più piccoli sono affidati all’esperienza del maestro di sci che, aiutato da tappeti mobili e giochi gonfiabili, si trasforma in un animatore per la gioia dei suoi allievi.

Family Park Folgarida

L’area Malghet Aut (1.855 m) a Folgarida è il luogo ideale per tutta la famiglia. Il Family Park offre campo scuola con due skilift, campo primi passi con due Tapis Roulant, seggiovia Bamby, pista Snow-Tubing, giostra Carusel, terrazza con sdraio e parco giochi con scivoli, dondoli a molle e giochi vari per i più piccoli.

Family Park Marilleva

All’arrivo della telecabina Copai-Panciana (1.882 m), il Family Park Marilleva è un piccolo regno dei bambini, con campo primi passi, campo scuola servito da un tapis roulant di 72 m e parco giochi sulla neve con animazione.

Folgarida Kinderland

Il Folgarida Kinderland si trova direttamente sulle piste, all’arrivo delle telecabine Folgarida. Una struttura interna ed esterna perfetta per le attività di gruppo con animatori. Possibilità di integrare con lezioni di sci e snowboard insieme ai maestri.

Kinderheim sul territorio

Un ricco programma settimanale di attività con maestri e animatori per scoprire la passione per la montagna tra lezioni di sci e snowboard, escursioni con le ciaspole, tarzaning, traversate di ponti tibetani, giochi con la neve e ski safari nel Parco Naturale Adamello Brenta.

Marrilandia

Un’equipe di maestri selezionati, uno staff di animatori di grande esperienza, un parco baby attrezzato per il divertimento dei più piccoli a Marilleva 1400, dove si impara a sciare. E si gioca con tappeto mobile, tubi e gonfiabili.

Family Park Daolasa

All’arrivo della telecabina Daolasa Val Mastellina (2.000 m) i più piccoli possono divertirsi in tutta sicurezza mentre i genitori si rilassano. Il centro offre un campo primi passi e un campo scuola serviti da 4 tapis roulant, parco giochi sulla neve con animazione in compagnia della mascotte della Ski Area Folgarida Marilleva, la volpe Snowy.

Fantaski

Situata sul Passo Tonale, l’area Fantaski dispone di una pista per principianti con tapis roulant, pupazzi giganti, tappeto mobile, tubi e giochi gonfiabili. I bambini imparano a sciare con i maestri, mentre per i più piccoli c’è un servizio di baby sitting e animazione.

La Bruscadela

“La Bruscadela”, a due passi dal Centro Fondo di Vermiglio, propone un’adrenalinica pista snow-tubing e airbord, una discesa per slitte e bob con nastro trasportatore per la risalita e, per i più piccini, morbidi animali di gomma e dune innevate.

Snowpark Biancaneve

A Cogolo di Peio proposte per tutta la famiglia: dal tracciato snowtubing in gommone alla sciovia del campo scuola per i più grandi, seguiti passo dopo passo dai maestri di sci. La pista viene illuminata dopo il tramonto e aperta su richiesta.

Pejo Kinderland

Un nuovo family park in località Tarlenta, a monte della cabinovia: non mancano primi passi, tapis roulant giochi sulla neve, igloo e pista da tubing con tanta animazione, per imparare a sciare in un’atmosfera di vero divertimento.

Ospitalità

Baita, rifugio, maso: sono parole che evocano immagini piacevolmente accoglienti. Il tepore di un focolare che attende sciatori e ciaspolatori, un caldo nido dove trascorrere ore piacevoli, scoprire le prelibatezze della cucina solandra, rilassarsi con un après-ski e con una sauna, e perché no, svegliarsi riposati la mattina, assaporando il profumo del pane appena sfornato e l’aria frizzante di montagna, pronti per nuove avventure sulla neve. La cordialità e il senso dell’ospitalità degli abitanti della Val di Sole sono proverbiali: i gestori degli hotel a conduzione familiare, dei residence, agritur, appartamenti e dei ristoranti, molti dei quali sulle piste da sci, si prodigano in consigli sulle sciate più belle e sugli angoli più caratteristici della vallata. Tanti i servizi a disposizione degli ospiti: centri benessere, saune, piscine, palestre, sale, fitness, miniclub, shuttle – bus gratuito per gli ospiti.

MASI RISTRUTTURATI

Chalet Val di Rabbi

All’ingresso del Parco Nazionale dello Stelvio, in un ambiente naturale pressoché incontaminato, in una casa colonica ristrutturata tipica del XVIII secolo, questo chalet in legno di pino e pietra – a basso impatto ambientale – è particolarmente apprezzato per la cucina. Dalla colazione con torte fatte in casa alle specialità della cucina tirolese, con ingredienti locali, da gustare anche sulla terrazza panoramica. Dog friendly, lo chalet Val di Rabbi è in una posizione davvero strategica, a pochi minuti da Malé, dagli impianti di Daolasa e dalle terme di Rabbi.

Chalet Maso Canedi

A Peio Fonti, immerso nei verdi e spaziosi prati e circondato da incantevoli montagne e splendide vallate dalla vista mozzafiato, l’accogliente chalet dispone di appartamenti nuovi e curatissimi nei particolari e negli arredi. Maso Canedi e più in generale la Val di Peio sono sicuramente il luogo ideale per trascorrere una piacevole vacanza all’insegna del riposo e della tranquillità, un’occasione unica per assaporare il gusto delle cose semplici di montagna e dimenticare lo stress della frenetica vita cittadina.

 PACCHETTI

Per gli amanti dello sci, ecco una serie di speciali proposte elaborate dalle strutture ricettive della Val di Sole, per vivere pienamente la stagione. Pacchetti proposte vacanza con incluso diversi tipologie di Skipass: SUPERSKIRAMA DOLOMITI adamello brenta, SkiArea Campiglio Dolomiti di Brenta e Pejo 3000 oppure SkiArea Adamello Ski Pontedilegno Tonale

SUPERSKIRAMA DOLOMITI adamello brenta: 

380 km di piste in 8 comprensori diversi

SKI START | 2-7 dicembre 2017

Le prime discese della stagione riunite in una proposta che include lo sci in alta quota sul ghiacciaio Presena, Pejo 3000 e il Grostè. Un’imperdibile offerta “all inclusive”, soggiorno e skipass per un debutto invernale in grande stile.

FREE SKI | 9-24 dicembre 2017; 7-15 aprile 2018

Soggiorno, skipass e tutta la libertà che si può sperimentare, sci ai piedi, immergendosi nella natura tra le vette della Val di Sole.

SPECIALE MARZO | 17-31 marzo 2018

Obiettivo: approfittare delle abbondanti nevicate di marzo per una vacanza “tutto compreso”. 7 notti di soggiorno.

SPECIALE PASQUA | 31 marzo-8 aprile 2018

Niente di meglio, per chiudere una stagione sulla neve, di una Pasqua sulle piste fino a 3000 metri di quota, per godersi le ultime discese sotto il sole primaverile.

Skipass SkiArea Campiglio Dolomiti di Brenta e Pejo 3000: 

il carosello che unisce la Val di Sole con la Val Rendena, con 150 km di piste collegate. Lo skipass include anche Pejo3000. In alternativa, la proposta può riguardare lo skipass di località.

SPECIALE NATALE | 22-26 dicembre 2017

L’atmosfera ovattata di questo periodo dell’anno, i mercatini natalizi traboccanti di idee regalo, le discese nella neve: il Natale perfetto è qui. L’offerta prevede da 4 a 7 notti in hotel o appartamento oltre allo skipass.

VACANZA TURBO | 6-14 gennaio 2018

Adrenalina ed emozione in dosi elevate: una proposta che abbraccia il soggiorno – 7 notti – lo skipass e tutta l’energia che si può esprimere sulle piste, negli snowpark e scendendo dalle discese più panoramiche.

SPECIALE GENNAIO |13-21 gennaio 2018

Il mese perfetto: neve e piste al top, il meglio di una lunga stagione tutta da scoprire vivendo una vacanza fuori dagli schemi. 7 giorni in hotel o appartamento e 6 giorni di skipass.

Skipass SkiArea Adamello Ski Pontedilegno Tonale:

FAMILY FUN |10-18 marzo 2018

Pronti, partenza, via… a Pontedilegno-Tonale si gioca sulla neve. Il divertimento per i bambini è di casa! Una vacanza a misura di famiglia: soggiorno 7 notti, skipass 6 giorni ed un ricco programma di animazione e giochi.

Skipass & Scuola Sci

Alloggio+ skippass di località+ scuola sci

20 gennaio – 28 gennaio 2018 Skiarea Pejo

27 gennaio – 4 febbraio 2018 Skiarea Folgarida Marilleva

10 marzo – 18 marzo 2018 Skiarea Pejo

COME ARRIVARE

Dolomiti Express: Treno+Sci in Val di Sole

Passare rapidamente da Trento alle piste da sci? Bastano appena 1 ora e 40 minuti, con un sistema che integra rotaia e fune. Si sale a bordo del “Dolomiti Express”, sulla linea ‘Trento – Malè – Marilleva’, che dal centro città conduce alla telecabina Daolasa Val Mastellina; qui, senza scalinate o attraversamenti di sorta, e senza dislivelli da superare, si sale direttamente a bordo della nuova telecabina 8 posti, per poi ritrovarsi in pista in un battibaleno, nel cuore dell’area sciistica Folgarida – Marilleva – Madonna di Campiglio. Per incentivare l’utilizzo del treno, i parcheggi presso la stazione di imbarco, a Trento, sono gratuiti. Un modo per lasciarsi alle spalle i ritmi e il traffico cittadini e immergersi in un’atmosfera completamente diversa. All’interno del treno, speciali vani sono destinati al deposito di sci, bastoncini e bagagli. Gli sciatori diversamente abili possono usufruire di questo vantaggioso accesso assolutamente privo di barriere architettoniche.

Vieni a sciare in Val di Sole, il treno è gratis!

Tutti a bordo del Dolomiti Express. Ma chi paga il biglietto? Per chi scia sulle piste di Folgarida-Marilleva, il treno è gratis! Basta infatti presentare lo skipass giornaliero e il biglietto viene totalmente rimborsato. Per incentivare l’utilizzo del treno, chi acquista il biglietto presso il capolinea di Trento potrà inoltre usufruire del parcheggio gratuito per la giornata.

L’orario completo si può consultare su www.valdisole.net/IT/Dolomiti-Express

Leisure

WELLNESS

Dopo tante avventure sulla neve, con gli sci o le ciaspole ai piedi, è il momento di dedicarsi al benessere, immergendosi in una vasca, rilassandosi in una sauna o affidandosi alle abili mani di un massaggiatore. La conclusione migliore per una giornata intensa e ricca di emozioni. Appuntamento nei tanti centri wellness disseminati in Val di Sole, nei rifugi in quota, o alle Terme di Pejo, nel Parco Nazionale dello Stelvio. La salute, il benessere e la bellezza non possono attendere.

Terme di Pejo

Conosciute sin dall’antichità per i loro effetti terapeutici, le Terme di Pejo sono immerse in un incantevole panorama alpino. Il Centro termale, ristrutturato e rinnovato nelle dotazioni tecnologiche e negli allestimenti interni, sfrutta le proprietà benefiche delle tre sorgenti minerali della località: la Fonte Alpina, leggera e oligo-minerale, l’Antica Fonte, ferruginosa e ricca di anidride carbonica, la Nuova Fonte, effervescente, calcio magnesica, ferruginosa e con litio e bicarbonato. Oltre alla piscina, non mancano area Wellness, area Fitness e massaggi. Tra i trattamenti (convenzionati con il Servizio Sanitario Nazionale ed INAIL e INPS) troviamo le cure idropiniche, il bagno termale carbo-gassoso, il fango termale, il percorso flebologico, le cure inalatorie, la fisioterapia e riabilitazione.

Rifugi wellness

RIFUGIO SOLANDER

Rilassare corpo e mente, lasciarsi alle spalle lo stress e rigenerarsi: un obiettivo alla portata di tutti al rifugio Solander, nell’alta Val Mastellina, a 2.045 metri di quota, dove si possono alternare idromassaggio, bagno turco, sauna finlandese sauna ad infrarossi e fare un break nell’area relax.

www.rifugiosolander.com

CHALET DEGLI ANGELI

Siamo a 1891 metri di quota: qui si possono sperimentare trattamenti relax e benessere come sauna, bagno turco, idromassaggio e kneipp, il percorso rivitalizzante. Abbinati alla vista dalla terrazza panoramica e alla cucina rappresentano un ottimo motivo per fare una tappa.

www.chaletangeli.it

RIFUGIO ORSO BRUNO

Una nuova zona relax, ultimata nel 2014, accoglie, a quota 2.200 m., gli ospiti “reduci” dalle piste da sci: un ambiente dedicato al comfort, tra luci colorate e soffuse, musica classica e jazz. Associata alla sauna, alla jacuzzi o alla vasca idromassaggio che si affaccia sulla grande finestra panoramica, con vista sul tramonto, è il modo migliore per concludere la giornata.

www.rifugioorsobruno.it

NUOVA CAPANNA PRESENA 

A un passo dal “Paradiso”, a più di 2.700 metri di altitudine, il nuovo rifugio sul ghiacciaio Presena si affaccia un panorama incantato. Comodo da raggiungere con la telecabina, arredato in stile “alpino chic”, propone le coccole d’alta quota di un centro benessere con massaggiatori ed estetisti esperti.

www.rifugipassotonale.it

GASTRONOMIA

La gastronomia della Val di Sole propone una cucina fatta di sapori autentici, fragranze di montagna e tanta freschezza. I segreti delle ricette sono tramandati da generazioni, e rispecchiano il gusto per la semplicità e i prodotti locali. Alla base troviamo i prodotti di malga, la selvaggina, le erbe aromatiche. I piatti tradizionali sono gli strangolapreti (gnocchetti di spinaci), gli gnocchi di comede (erbe selvatiche), i capelazzi (gnocchi alla ricotta), i monchi (gnocchi di polenta), la torta di patate e le minestre. Tra i dolci la torta di fregoloti, quella di carote e l’immancabile strudel. La tradizione culinaria solandra si può scoprire nei numerosi ristoranti, alberghi ed agritur della Valle.

Il Casolét, presidio Slow Food

Il re della Val di Sole è sicuramente il gustosissimo Casolét di latte vaccino crudo, tipico cacio di montagna a pasta cruda e tenera ed a latte intero. Un tempo si realizzava solo in autunno, quando le mandrie erano già scese dagli alpeggi e le mungiture giornaliere erano scarse: era dunque il formaggio di casa per eccellenza, da consumare prevalentemente in famiglia nei lunghi mesi invernali. È un Presidio Slow Food: un modo per valorizzare il prodotto riunendo alcuni piccoli casari. Le quantità sono minime, ma l’obiettivo è stimolare la ripresa della produzione a latte crudo. E così, dopo un periodo di oblio, il Casolét è tornato sulle tavole, simbolo di un movimento di produttori che stanno riscoprendo i sapori antichi per proporli in chiave contemporanea, valorizzando tutto un settore.

Gli “imperdibili”: ristoranti, agritur, locali après-ski

Ristoranti 

OSTERIA ALLA CORTE DEI TOLDI 

E’ un ristorante rustico-elegante ricavato nelle antiche cantine della casa Storica del 1200 della famiglia Daprà di Terzolas. L’eleganza delle architetture si sposa con il raffinato servizio in pizzo e i calici finemente forgiati. Fra i primi sono da provare i canederlotti al puzzone con crema di pere williams e caffè; fra i secondi, la trilogia di filetti di pesce d’acqua dolce con affumicatura “live” alla lavanda.

L’ANTICA OSTERIA 

Tre salette caratteristiche e ricche di fascino sono la cornice elegante e tranquilla di un’esperienza gastronomica speciale ad Ossana. Molte le ricette da provare, ma se ci si vuole affidare ai consigli degli ispettori della Guida Michelin, bisogna puntare sugli gnocchi di pane con pancetta.

IL MULINO

Un antico mulino del 1600, il “Molin de Contra”, costruito in muri a secco e con il tetto rivestito in scandole di legno, è stato trasformato in un ristorante accogliente e rustico, situato a Comasine di Peio. Dove un tempo giravano le macine per il mais, il frumento e il lino dal 1976 sorge un’oasi culinaria dove riscoprire i sapori semplici del territorio.

SAN ROCCO

Da sempre, la punta di diamante dell’Albergo San Rocco a Peio, magnifica terrazza della Val di Peio, è la cucina che, curata direttamente dai proprietari, offre menù tipici, nazionali e internazionali, tradizionali e innovativi, paste fresche fatte in casa e trafilate al bronzo, per soddisfare a pieno anche i palati più esigenti.

Agritur 

MASO CELESTA BIO AGRITUR 

Cucina con specialità genuine della nonna, degustazione e vendita prodotti del maso, animali della fattoria, finestra sulla stalla! Un luogo magico dove poter degustare i prodotti tipici a km zero, circondati dalla natura ai piedi della maestosa Presanella!

SOLASNA

Un tipico maso del 1200 a San Giacomo di Caldes, che la famiglia Andreis gestisce da più di vent’anni. Agli ospiti sono riservati due appartamenti, mentre al piano terra c’è il ristorante dalle volte a botte, dove scoprire le ricette locali. La struttura organizza mini corsi di apicoltura e cucina, fattoria didattica, laboratori, degustazioni e piccoli seminari del gusto.

Locali aprés-ski

Al tramonto, quando la neve si colora di rosa, è il momento di rilassarsi in compagnia, con musica e drink. Folgarida Marilleva nel cuore della vasta  SkiArea Campiglio Dolomiti di Brenta, Val di Sole Val Rendena, è un comprensorio vivace e molto frequentato. In località Malghet Aut, all’arrivo delle due telecabine da Folgarida, ecco l’Apres Ski MAU: qui potrai prolungare la tua giornata sugli sci, socializzare e lasciarti andare con drink, musica, balli e tanto divertimento prima del rientro in totale sicurezza con la Cabinovia Belvedere di Folgarida che, grazie al nuovo impianto di illuminazione, è in funzione anche di sera, non solo quindi per l’aprés-ski ma anche per gustose cene in quota. In questo resort ecco il New Dream Pub, con ottimi cocktail e birra in un locale accogliente e informale a un passo dalle funivie. Musica e party anche al pub Eta Beta, dall’arredamento “rock” con tanto di sala giochi, flipper e biliardo. Scendendo a Dimaro troviamo il ristorante- bar disco pub Le Plaisir, atmosfera alpina e una specialità su tutte: la carne salada. Da non perdere a Daolasa di Commezzadura il nuovo Pomar, food and music ad un passo dalla partenza degli impianti, nonché L’Ora di Punta, lounge bar music club, tempio della musica e degli incontri. Imperdibile una sosta poi a Marilleva’900 presso lo Sporting Hotel Ravelli, con un ricco programma di coinvolgente intrattenimento allestito dal locale staff di animatori. Salendo in quota a Marilleva 1400 ecco l’International Bar, con panini no stop, divertimento assicurato e completo noleggio sci, nonché il ristorante-discoteca Dai Angioi, con un ricco menu à la carte, forno a legna ed il lievito madre sempre pronto a trasformarsi in pizze, anche a tarda notte.

Cambiando scenario, al Passo Tonale troviamo tanti altri locali che fanno après-ski e offrono il calore di una cucina tradizionale e il divertimento di uno skibar sulle piste. A partire dal disco pub Antares, punto di riferimento per l’animazione, le feste e la musica dal vivo, ma anche il Miramonti, dove c’è l’imbarazzo della scelta: disco pub, ristorante, pizzeria e pasticceria di produzione propria. Molto animato l’Heaven Disco Pub, il luogo perfetto dove scatenarsi ballando con gli amici, mentre a La Baracca lo sguardo viene letteralmente rapito dalla grande vetrata con vista a 360° sul panorama. Ottima scelta di hamburger e birre – ma anche cucina locale – al Magic Pub, eccellente anche per una pausa pranzo.

Infine, anche nella tranquilla Peio gli habitué dell’après-ski trovano atmosfera, party a tema, dj set e musica live al Virgin Disco Pub, dove si possono gustare anche ottime pizze.

Eventi

Adamello Ski Raid Junior 

26 novembre 2017 | Ghiacciaio Presena

La lunga stagione dello scialpinismo italiano Under 20 si è aperta sul ghiacciaio Presena. Quinta edizione di questa prova impegnativa, una competizione a coppie riservata agli atleti tesserati FISI delle categorie Cadetti e Junior, con tratti a piedi, discese e salite fuori pista.

Presepi e Musica – Ossana il Borgo dei Presepi

1 dicembre 2017 – 7 gennaio 2018 | Ossana

Ad Ossana, pittoresco borgo ai piedi dello storico Castel San Michele: concerti di Natale con grandi protagonisti  i canti popolari e la musica classica, visita di 100 variopinti presepi, nutrita animazione, caratteristici mercatini e gustose degustazioni. Punto di partenza e di arrivo consigliato: il Castel San Michele, chiamato così dal Santo a cui era dedicata la cappella. Parzialmente restaurato, ospita anche un particolare ed emblematico presepio realizzato in occasione del Centenario della Grande Guerra, drammatico evento che sconvolse il territorio locale. Il maniero sorge su uno sperone di roccia e presenta nel suo possente mastio, alto 25 metri, l’elemento architettonico più caratteristico e meglio conservato dell’intero complesso, da cui si può ammirare un’eccezionale vista panoramica sull’alta Val di Sole. Decisamente imperdibili le 2 grandi novità dell’inverno 2017-2018: la collezione di ben 760 presepi al piano terra della nota Casa degli Affreschi, che presenta dipinti di notevole pregio storico-artistico risalenti al 1400, nonché la singolare Casa di Babbo Natale, allestita nella “Cort dei Mantovani”. Il fitto e completo percorso, segnalato da una corda rossa con suggestiva illuminazione, è visitabile dal 1 dicembre 2017 al 7 gennaio 2018 dalle ore 10.00 alle ore 22.00.

La Valle dei Presepi 

8 dicembre 2017 – 7 gennaio 2018 | Val di Rabbi

30 personaggi a grandezza d’uomo, sculture create da artigiani e artisti locali, animano un percorso molto suggestivo attraverso Piazzola, fino a raggiungere un tipico “maso”, dove si svolge, come vuole la tradizione, la scena della natività, un quadro che diventa suggestivo soprattutto dopo il tramonto. Le sculture rappresentano gli antichi mestieri contadini. Tappa anche nelle frazioni di San Bernardo e Pracorno, dove si viene accolti da presepi artigianali molto curati.

NOVITA’! | Snow Beat Music Festival

9 dicembre 2017 e 1 aprile 2018 | Ponte di Legno e Passo Tonale

“Snow Beat” è sinonimo di festa, è il ritmo pulsante della musica che risuona sulla neve e che segna in due tappe, come una parentesi di divertimento, l’inizio dell’inverno e l’arrivo della primavera. Per trasformare le piste da sci in dancefloor. Le date da segnare sono: 9 dicembre 2017 – concerto a Ponte di Legno; 1 aprile 2018 – concerto di Pasqua al Tonale.

15° Campionato nazionale di Sci della Protezione Civile 

10-13 gennaio 2018 | Peio 

La stazione turistica più antica della Val di Sole ospita il raduno invernale sportivo della Protezione Civile Italiana. Una manifestazione giunta già alla quindicesima edizione. Non si tratta solo una competizione, ma dell’occasione di diffondere un messaggio solidale e di impegno civile attraverso lo sport.

Campionati Italiani Sci Fondo – categorie Aspiranti e Juniores 

13-14 gennaio 2018 | Vermiglio

I migliori Aspiranti e gli Juniores della specialità Sprint individuale a tecnica libera sono i protagonisti di questa manifestazione che conferma l’importanza di Vermiglio come principale centro fondo della Val di Sole.

Ai piedi del Vioz 

2 febbraio 2018 | Peio Fonti

23 edizioni per questa manifestazione storica, il raduno scialpinistico in notturna nel territorio del Parco Nazionale dello Stelvio. La sfida si gioca su 6 km, per un dislivello di un km da Peio Fonti fino al Rifugio Doss dei Gembri. Nel 2017 si superarono i 900 partecipanti.

Campionati Italiani di Salto e Combinata Nordica

10 febbraio 2018 | Pellizzano

Gli Allievi si sfidano in questa competizione giunta ormai al 33esimo anno, cercando di imporsi nei Campionati Italiani di salto e combinata nordica. La gara si disputerà anche in notturna.

La Winter Downhill 2018 

3 marzo 2018 | Passo Tonale

Singolare gara in notturna di mountain bike, specialità downhill: un suggestivo mix di agonismo e goliardia. I bikers dovranno sfoggiare le loro doti di equilibrio tra le porte da slalom gigante fino all’arrivo nel minor tempo possibile, tra appoggi, paraboliche e jumps di neve.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136