Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Trentino, nuova ordinanza: niente calcetto almeno per un’altra settimana, chiusura domenicale dei “grandi” supermercati. Tutte le decisioni

venerdì, 19 giugno 2020

Trento – Restano ancora chiusi i supermercati in Trentino nelle giornate di domenica 21 e 28 giugno, ad eccezione di quelli la cui superficie di vendita sia inferiore a 150 metri quadrati. Lo prevede l’ultima ordinanza firmata stamani dal presidente della Provincia, Maurizio Fugatti. Consentire l’apertura domenicale dei ‘negozi di prossimità’ è legata da un lato al fatto che la ripresa – anche sotto il profilo turistico – è avviata, dall’altro soprattutto perché in locali di dimensioni contenute, con gli opportuni accorgimenti, non si rischiano grandi affollamenti di persone.

calcio sportGli sport di contatto – altro argomento contenuto nell’ordinanza- restano sospesi fino al 28 giugno, in attesa di avere un quadro più aggiornato circa l’andamento della situazione epidemiologica.

Possono riprendere, invece, nel rispetto delle norme anti Covid previste dai protocolli di sicurezza, le attività di sale slot, sale giochi, sale scommesse e sale bingo.
Infine, novità importanti per i trasporti pubblici. Vi sarà un ampliamento dei posti disponibili sui mezzi per arrivare a coprire, fra posti in piedi e posti a sedere, circa il 50% della capienza di ogni mezzo (oggi siamo al 35%). Si conferma l’obbligo di distanziamento di un metro fra i passeggeri. Verranno inoltre incrementate i controlli dei biglietti a terra, considerato che dall’11 maggio gli utenti possono salire a bordo solo se muniti di titolo di viaggio e che i controlli non possono essere effettuati dagli autisti.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136