Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Ripristino post-tempesta Vaia: la situazione in Trentino

martedì, 5 maggio 2020

Trento - Anche durante l’emergenza pandemia le attività forestali legate al dopo-Vaia hanno potuto continuare. Il Dpcm del 10 aprile scorso, infatti, ha autorizzato la loro piena ripresa nonostante il lockdown dovuto al Coronavirus, consentendo così di riavviare gli interventi previsti dal Piano d’Azione Vaia, sia per ciò che riguarda il ripristino ed adeguamento delle infrastrutture, sia nella parte di utilizzazione delle piante schiantate.

mappaLa recente pubblicazione del Report riguardante lo stato d’attuazione a fine 2019 del Piano d’Azione offre l’occasione di tracciare un primo bilancio delle molte attività sinora realizzate. In Trentino il danno alle foreste è stato molto rilevante. L’area colpita da schianti è risultata essere di 19.500 ha, di cui 12.500 danneggiati in maniera consistente. Da subito l’Amministrazione provinciale ha elaborato uno specifico Piano operativo per la gestione della situazione emergenziale, occupandosi nella prima fase prevalentemente di ripristino delle infrastrutture forestali, della formazione degli addetti ai lavori di taglio boschivo, di monitoraggi fitosanitari, di coordinamento delle attività di vendita e utilizzazione del legname schiantato e di pianificazione delle successive attività di ricostituzione.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136