QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Passo Tonale: l’attore Luca Zingaretti incanta il pubblico con la lettura di un racconto al ‘fronte’

domenica, 3 agosto 2014

Passo Tonale – Una mattinata stupenda con l’attore Luca Zingaretti. L’Alta Valle Camonica baciata al sole, come poche volte accade di questi tempi, ha accompagnato la lettura di un racconto dal fronte nello scenario della Costa di Casa Madre, a 2300 metri di altitudine. Almeno trecento persone sono salite da Ponte di Legno, Tonale, Vermiglio, ma altre centinaia sono giunte da Trento, Brescia e Milano per assistere a un evento unico nel suo genere. In tutto mille persone hanno seguito lo spettacolo.

Passo Tonale Luca Zingaretti

La lettura di alcuni scritti dal fronte di un giovane che poi morì a 22 anni. Alla Baracca delle Fortificazioni sulla Costa di Casa Madre, con un colpo d’occhio eccezionale sulla Valle Camonica e Tonale  Luca Zingaretti (nella foto a lato alla Costa di Casa Madre) al  ha letto <Il colore del piombo>, la riduzione letteraria, curata da Carla Bino, di alcune tra le pagine più belle tratte da Il sorriso dell’obice di Dario Malini.

Il libro raccoglie le lettere di Walter Giorelli, giovane pittore romano, inviato al fronte nel giugno del 1915, ritrovate fortunosamente, in un mercato rionale, da Dario Malini, storico e scrittore vivente, che ne ha curato la pubblicazione per le edizioni Mursia, ricostruendo rigorosamente la vicenda e riportando in luce la figura, l’esempio e il sorprendente valore letterario del Giorelli. Il giovane morì il 23 novembre 1916 a Plava, sepolto sotto un ricovero che il fuoco del nemico e la pioggia incessante avevano reso malsicuro. L’attore Luca Zingaretti ha dato un tocco in più a una storia che ha sopreso per l’ampiezza della riflessione e la vibrante carica.

 IL CAMMINO CON L’ATTORE ZINGARETTI

Alla Costa di Casa Madre – circa due ore di cammino dal Passo Tonale – si sono ritrovati attorno alle 8.3o in centinaia per assistere a un’ora di letture dell’attore, ai più conosciuto come <il commissario Montalbano>. Un’ora straordinaria e l’organizzatore di <Passi nella neve>, Vittorio Pedrali al termine ha commentato:  <Ne è valsa proprio la pena>. Tra i presenti un gruppo di  Edolo, Vezza d’Oglio, Ponte di Legno  e Vermiglio. <Mi sono alzata alle 4 – ha raccontato Elisa Bulferi – ma è stato stupendo, al di là della fatica, perché l’evento con Luca Zingaretti è stato eccezionale>.

Una mattinata fantastica,  Zingaretti ha regalato, oltre alla lettura, più di due ore di spettacolo, si è intrattenuto con il pubblico e ha così commentato: <E’ stato qualcosa di straordinario  anche per me e un’esperienza bellissima, unica nella mia vita. Bella ed emozionante>.

I PROSSIMI APPUNTAMENTI 

La nona edizione di <Passi nella neve. Teatro, racconti, voci in Adamello>. La rassegna, promossa dal 2006 dai Comuni di Ponte di Legno e di Temù, si prefigge lo scopo di ricordare e commemorare le vicende della Prima Guerra Mondiale nei luoghi dov’è stata vissuta, combattuta e sofferta. Nell’anno che segna l’inizio delle celebrazioni del centenario della Grande Guerra, Passi nella neve si inserisce tra gli emotional events proposti all’interno del grande progetto Adamello Guerra e Memoria: i tanti appassionati di montagna e di teatro rivivranno l’indimenticabile esperienza delle edizioni passate, percorrendo fianco a fianco il cammino per raggiungere il luogo di spettacolo, con lo sfondo delle trincee della Prima Guerra Mondiale, nel silenzio quasi surreale delle prime ore del mattino.

La rassegna proseguirà il 9 agosto al rifugio Garibaldi, il 10 al Passo di  Lagoscuro e l’11  a Ponte di Legno. Uno degli appuntamenti di richiamo della rassegna sarà al Passo di Lagoscuro, a oltre 3 mila metri tre le cime dell’Alta Valle Camonica, dove l’attore Luciano Bertoli e il fisarmonicista Davide Bonetti, proporranno <Prima che cadano le foglie>, letture e musiche della Guerra Bianca in Adamello.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136