Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Spaccio di droga, tre arresti dei Carabinieri tra Trescore Balneario e Mozzo

lunedì, 1 marzo 2021

Quando:
1 marzo 2021@22:30–23:30 Europe/Rome Fuso orario
2021-03-01T22:30:00+01:00
2021-03-01T23:30:00+01:00

 

Durante lo scorso finesettimana, i Carabinieri della Compagnia di Bergamo hanno tratto in arresto 3 soggetti accusati di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

I militari della Stazione Carabinieri di Trescore Balneario, nel corso di un servizio di un servizio perlustrativo in quel comune, mentre transitavano in una strada di campagna, hanno notato un giovane uscire con fare sospetto da un casolare all’apparenza abbandonato. Insospettiti, lo hanno fermato e sottoposto a perquisizione, durante la quale sono state trovate 5 dosi di cocaina, per un peso complessivo di 40 grammi circa, circa 570,00 Euro, probabile provento dello spaccio, e materiale per il confezionamento.

Per questo motivo il giovane è stato condotto in caserma e, all’esito di ulteriori accertamenti è stato tratto in arresto in attesa del giudizio direttissimo dinanzi al Giudice del Tribunale di Bergamo.

 

Altri due giovani sono stati tratti in arresto nel Comune di Mozzo da parte dei carabinieri della Stazione di Curno. I militari, mentre si trovavano nei pressi di un centro commerciale di quel comune, hanno notato i due mentre erano intenti a cedere una dose di cocaina ad un acquirente. Immediatamente fermati, i due sono stati perquisiti e trovati in possesso di 10 dosi e circa 800,00 euro. 

Condotti in caserma, per l’acquirente è scattata la segnalazione alla Prefettura quale assuntore di sostanze stupefacenti, mentre i due spacciatori sono stati tratti in arresto.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136