Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Riva del Garda, scadenza termini Bilancio partecipato

martedì, 7 gennaio 2020

Quando:
14 gennaio 2020@17:00–18:00 Europe/Rome Fuso orario
2020-01-14T17:00:00+01:00
2020-01-14T18:00:00+01:00

C’è tempo fino al 15 gennaio per votare la proposta ritenuta migliore tra le nove presentate nell’ambito del Bilancio partecipato. Possono partecipare tutti i residenti di Riva del Garda da 16 anni di età in su. Gli elaborati relativi alle proposte sono consultabili nella sezione dedicata del sito web del Comune di Riva del Garda (www.comune.rivadelgarda.tn.it), raggiungibile seguendo il percorso «Servizi e partecipazione», «Partecipazione civica», «RivaPartecipa: il bilancio partecipato a Riva del Garda», «Bilancio partecipato – Anno 2019».

 

Per ogni proposta sono disponibili la descrizione, alcune immagini o elaborati grafici, la stima dei costi, gli elaborati originali forniti dai proponenti e il parere dell’Amministrazione comunale in merito alla compatibilità urbanistica e finanziaria (il limite di costo è di 150 mila euro).

 

Una volta consultate le informazioni disponibili, si può votare la proposta preferita cliccando sul pulsante «vota» e compilando il form che compare a video; sono richiesti nome, cognome e numero della carta di identità, più (opzionale) un indirizzo email, utile all’Amministrazione per segnalare eventuali anomalie e il conseguente annullamento del voto, così da offrire la possibilità di un secondo voto.

 

Dopo la conclusione della fase di voto sarà reso noto il responso e saranno finanziate e realizzate (previa la relativa variazione di bilancio, competenza del Consiglio comunale, che sarà chiamato ad approvare la relativa delibera) tutte le proposte più votate, a partire dalla prima, fino a coprire il tetto dei 150 mila euro complessivi di costo. I lavori partiranno entro il 2020; i tempi di realizzazione dipenderanno giocoforza dalla tipologia dell’intervento o degli interventi che saranno realizzati.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136