Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Il Ministero dell’Istruzione ha divulgato le ordinanze che disciplinano gli esami di Stato

lunedì, 8 marzo 2021

Quando:
8 marzo 2021@12:45–23:30 Europe/Rome Fuso orario
2021-03-08T12:45:00+01:00
2021-03-08T23:30:00+01:00

Bolzano – Il Ministero dell’Istruzione ha divulgato le ordinanze che disciplinano gli esami di Stato del primo e secondo ciclo.
Scuola secondaria di I grado (media)
L’Esame di Stato conclusivo del primo ciclo di struzione consisterà in una prova orale, in presenza (fatte salve disposizioni diverse connesse all’andamento della situazione epidemiologica) a partire dal termine delle attività didattiche. Il Consiglio di classe assegnerà, entro il prossimo 7 maggio, una tematica, sulla quale le condidate ed i i condidati dovranno strutturare un elaborato, con il quale si aprirà il colloquio. La scadenza per la trasmissione dell’elaborato al Consiglio di classe sarà il 7 giugno.
Scuola secondaria di II grado (esame di maturità)
Per la scuola secondaria di II grado, la cosiddetta maturità inizierà in tutta Italia il prossimo 16 giugno, alle ore 8.30. L’esame di Stato consisterà in un colloquio, in presenza, con la finalità di accertare il conseguimento del profilo culturale, educativo e professionale degli studenti e delle studentesse. Il colloquio, nel quale troverà obbligatoriamente spazio una parte in lingua tedesca, inizierà con la discussione di un elaborato concernente le discipline caratterizzanti l’indirizzo di studi, specificate nell’ordinanza ministeriale, che potranno essere integrate anche con apporti di altre discipline, esperienze relative ai percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento (stage e tirocini) o competenze individuali presenti nel curriculum dello studente.
L’argomento dell’elaborato sarà assegnato dal Consiglio di classe entro il prossimo 30 aprile. L’elaborato sarà poi trasmesso dal candidato entro il successivo 31 maggio. Ci sarà dunque un mese per poterlo sviluppare. Gli studenti avranno il tempo di curarlo approfonditamente grazie anche al supporto di un docente che accompagnerà questo percorso, aiutando i condidati a valorizzare quanto appreso.
Dopo la discussione dell’elaborato, il colloquio proseguirà con la discussione di un testo già oggetto di studio nell’ambito dell’insegnamento di lingua e letteratura italiana, con l’analisi di materiali (un testo, un documento, un’esperienza, un problema, un progetto) predisposti dalla commissione con trattazione di nodi concettuali caratterizzanti le diverse discipline.
Ci sarà spazio inoltre per l’esposizione dell’esperienza svolta durante gli stage (PCTO). La durata indicativa del colloquio sarà di 60 minuti. Il credito scolastico sarà attribuito fino a un massimo di 60 punti, di cui fino a 18 per la classe terza, fino a 20 per la classe quarta e fino a 22 per la classe quinta. Con l’orale verranno assegnati fino a 40 punti.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136