Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Un arresto e 57 denunciati dalla Polizia a Bolzano

giovedì, 7 maggio 2020

Bolzano – Negli ultimi giorni, le pattuglie della Questura di Bolzano, coadiuvate da personale di rinforzo giunto dal Reparto Prevenzione Crimine “Veneto” di Padova, hanno svolto un’intensa attività di pattugliamento di alcune aree cittadine, per prevenire eventuali fenomeni criminosi e per garantire tranquillità alla popolazione.

polizia controlliE’ stata dedicata particolare attenzione alle zone dei giardini di Piazza Stazione e di via Garibaldi, nonché a quelle retrostanti lo stadio “Druso” e del deposito comunale di via Trento. Distribuiti nell’arco delle 24 ore, hanno operato 80 equipaggi, che hanno portato all’identificazione di oltre 600 persone.

Un soggetto, che dovrà scontare otto mesi di reclusione, è stato tratto in arresto in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Bolzano, per il reato di falsa dichiarazione a Pubblico Ufficiale.

Ben 57, invece, sono state le persone denunciate a piede libero per varie tipologie di reati, tra cui invasione di terreni o edifici, resistenza ed oltraggio a Pubblico Ufficiale e spaccio di sostanze stupefacenti, mentre quattro cittadini stranieri sono stati muniti di decreto di espulsione con contestuale ordine a lasciare il Territorio Nazionale entro sette giorni.

Nel corso del servizio, sono stati anche sequestrati penalmente circa 114 grammi di sostanza stupefacente del tipo Marijuana, 16 grammi di cocaina e 13 grammi di eroina. Sono state, inoltre, elevate 16 sanzioni amministrative per violazione delle norme relative all’emergenza Covid-19.

Infine, va sottolineato che sono stati disposti 14 ordini di allontanamento dalle zone attigue ai giardini antistanti la Stazione Ferroviaria. Tra i destinatari, due cittadini stranieri, che nell’arco delle 48 ore successive non hanno rispettato l’ordine e che sono stati quindi debitamente sanzionati.Pertanto, la loro posizione è all’attenzione del Questore di Bolzano per l’emissione di un provvedimento di Daspo urbano.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136