Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Tirano: rapina un anziano per una borsa spesa, marocchino arrestato dai carabinieri

martedì, 26 maggio 2020

Tirano – Arrestato dai Carabinieri rapinatore marocchino che il mese scorso ha rapinato un anziano a Tirano. L’episodio nel tardo pomeriggio dello scorso 12 aprile: un sondriese classe 1928, che si trovava all’interno della Stazione di Tirano in attesa del treno per tornare a Sondrio, è stato violentemente aggredito da O.B., marocchino pregiudicato classe 1992.

carabinieri largeIl giovane prima si è avvicinato alla vittima e appena ha cercato di allontanarsi, lo ha aggredito strappandogli la borsa della spesa, ma non aveva fatto i conti con la caparbietà dell’anziano, che ha cercato in qualche modo di difendersi. Ne è scaturita una colluttazione ed i due sono addirittura caduti sui binari ferroviari, dove ha avuto la peggio la vittima. A quel punto O.B. è tornato sulla banchina ed ha rubato due bottiglie di alcolici che si trovavano tra la spesa, per poi scappare dalla scena del crimine. Allertati i carabinieri, sono giunte sul posto le pattuglie della Compagnia di Tirano, constatando quanto accaduto ed iniziando le indagini per dare un volto ed un nome al rapinatore.

L’intuito investigativo dei militari ha permesso di identificare il rapinatore in O.B. e denunciarlo alla Procura della Repubblica di Sondrio, oltre che sanzionarlo amministrativamente per la violazione delle misure inerenti il contenimento Covid-19, all’epoca in vigore. Sulla scorta della tesi investigativa dei Carabinieri, l’Autorità Giudiziaria di Sondrio ha emesso un’Ordinanza di custodia cautelare in carcere ed i militari della Stazione Carabinieri di Tirano hanno arrestato e tradotto in carcere il pericoloso criminale. In mattinata si è tenuto l’interrogatorio di garanzia.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136