Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Spaccio di droga a Brescia, due fratelli arrestati dalla Squadra Mobile

sabato, 2 maggio 2020

Brescia - Spaccio al dettaglio, arrestati dalla Polizia di Stato due fratelli. La Squadra Mobile della Questura di Brescia, durante l’attività di controllo del territorio connessa al contrasto dello spaccio al dettaglio, via Labirinto a Brescia, notava un giovane soggetto appiedato muoversi con fare guardingo che attirava l’attenzione di personale della sezione antidroga in servizio. Insospettiti dall’atteggiamento del giovane, gli agenti procedevano al controllo e da una prima sommaria verifica, il ragazzo del 2001, veniva trovato in possesso di pochi grammi di marijuana, celata all’interno di un pacchetto di tabacco “sfuso”, custodito dentro un marsupio che lo stesso portava allacciato alla vita.

Polizia - controlliAll’interno dello stesso marsupio si rinveniva un mazzo di chiavi e la somma di denaro contante pari ad euro 500,00 suddivisa in banconote di piccolo taglio; richieste giustificazioni sul possesso di una così cospicua somma di denaro, il giovane, poco prima dichiaratosi disoccupato, non forniva spiegazioni ritenute convincenti dagli agenti. Pertanto visti gli elementi raccolti veniva effettuata una perquisizione presso la sua abitazione ritenendo plausibile che all’interno potessero trovarsi tracce o cose pertinenti ad un’attività di cessione di stupefacenti.

Entrati nell’abitazione, gli operanti trovavano il fratello del ragazzo, del 1991, che alla vista degli agenti, usciva dalla propria camera da letto e cercava celermente di entrare nel bagno: fermato, veniva trovato in possesso di tre involucri di cellophane trasparente contenenti sostanza del tipo marijuana per un peso pari a 3 grammi. Vista la condotta tenuta anche dal fratello si proseguiva con la perquisizione domiciliare a carico di entrambi i soggetti. All’interno della camera da letto, veniva rinvenuta una scatola contenente 17 involucri di cellophane trasparente contenenti sostanza del tipo marijuana per un peso complessivo pari a 16 grammi, una scatola contenente otto pezzi di sostanza resinosa del tipo hashish per un peso di 22 grammi ed un involucro di cellophane trasparente contenente 4 grammi circa di sostanza tipo marijuana. A seguito del rito per direttissima, dopo la convalida dell’arresto, ai due fratelli è stata inflitta la misura cautelare dell’obbligo di dimora presso il territorio comunale di Brescia.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136