Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Sondrio, dall’Adda riaffiora un cadavere: oggi il riconoscimento di Hafsa?

lunedì, 21 settembre 2020

Sondrio – Oggi nella camera mortuaria dell’ospedale di Sondrio ci sarà il riconoscimento del cadavere riaffiorato dalle acque dell’Adda nella giornata di ieri. I dubbi sull’identità sono già stati fugati e si tratta di Hafsa Ben Daoud, 15 anni, dispersa nelle acque dell’Adda dal 27 agosto scorso. In queste settimane le ricerche e la mobilitazione non hanno dato risultati e anche il padre ogni giorno si recava nell’Adda alla ricerca della figlia.

sommozzatori vvf ricercaDue pescatori hanno avvistato ieri un cadavere che affiorava dall’Adda nella zona di San Pietro Berbenno e sul posto sono giunti i vigili del fuoco del Comando provinciale di Sondrio e la Squadra Volante della questura di Sondrio.

Gli agenti della Questura di Sondrio stanno proseguendo nelle indagini, il cadavere è stato trasportato nella camera mortuaria del Civile di Sondrio e oggi ci sarà il riconoscimento e inoltre saranno disposti alcuni esami dalla Procura di Sondrio. Poi l’inchiesta sarà conclusa e saranno disposte le formalità per il nullaosta alla sepoltura.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136