Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Sfida la zona rossa per comprare la bresaola con una ‘gita’ in Valchiavenna: 533 euro di multa

martedì, 10 novembre 2020

Prata Camportaccio – Fine settimana con le nuove disposizioni del Dpcm, più stringenti per la Lombardia inserita tra le zone rosse. Tra le varie disposizioni vige l’obbligo di non abbandonare il proprio comune di residenza in qualsiasi orario fatte salve le necessità di spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o per motivi di salute.

carabinieri largeIn questo quadro di criticità un uomo del Lecchese, nel pomeriggio di sabato, ha pensato bene che tra i motivi potesse rientrare anche l’acquisto di bresaola in un negozio di Prata Camportaccio perché più buona e conveniente, non l’hanno pensata così i Carabinieri. Una pattuglia dell’Arma in servizio per verificare il rispetto della normativa anti-covid ha sanzionato l’uomo con una multa salata, 533 euro, i “famosi” 400 euro più un aggravio di un terzo per aver commesso il fatto utilizzando l’auto in auto. Alla notifica della sanzione ha manifestato la volontà di presentare ricorso.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136