Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Sci, 79 interventi sulla neve della Polizia in una settimana a Bormio, Aprica, Livigno, Madesimo e Chiesa in Valmalenco

mercoledì, 5 febbraio 2020

Aprica – 79 interventi sulla neve della Polizia in una settimana a Bormio, Aprica, Livigno, Madesimo e Chiesa in Valmalenco. Anche quest’anno la Polizia di Stato è in prima linea per garantire le tutela dell’incolumità degli sciatori nei cinque principali comprensori della provincia di Sondrio.

polizia pisteGli agenti, oltre a monitorare che la circolazione sulle piste da sci avvenga senza arrecare pericolo alla pubblica incolumità, svolgono un ruolo fondamentale in caso di incidenti. Basti pensare che solo nella settimana appena conclusa hanno effettuato in totale 79 interventi, di cui quattro con l’ausilio di personale sanitario intervenuto con elisoccorso, data la gravità degli interventi. In caso di incidente, il più delle volte, sono i primi ad arrivare per prestare soccorso ai malcapitati e, anche una volta giunti i sanitari, il loro lavoro non termina affatto. Gli operatori impiegati in tale delicato compito per tutta la stagione invernale sono agenti altamente qualificati (tutti ad esempio devono conseguire il titolo di “manovratore di corde”) che possono aspirare ad essere assegnati ai comprensori sciistici di tutta Italia solo dopo aver concluso gli opportuni cicli annuali di addestramento presso il centro Addestramento Alpino della Polizia di Stato di Moena (Trento). Il servizio è svolto alle dirette dipendenze dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura, che, in questo modo, riesce a mantenere un controllo del territorio in modo sempre più capillare.

Gli agenti sono inoltre impegnati quotidianamente anche nel prevenire il consumo di sostanze stupefacenti sulle piste da sci, in collaborazione con gli altri operatori della Questura (Squadra Volanti e Squadra Mobile) e con le Unità Cinofile della Polizia di Stato: due giovani sciatori, provenienti da fuori provincia, sono stati denunciati alle competenti Prefetture in quanto trovati in possesso, nel comprensorio sciistico di Chiesa in Valmalenco, rispettivamente di 1,5 e 1,3 grammi di marijuana destinata ad un uso personale.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136