Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Sanzioni e denunce nel weekend di controlli dei carabinieri trentini

lunedì, 27 luglio 2020

Cavalese – Le pattuglie del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Cavalese, durante i controlli sul territorio per prevenire e nel caso, reprimere i reati nelle valli di Fiemme e Fassa, sono intervenute in cinque sinistri stradali, di cui uno, nei pressi di Tesero, soltanto per caso non ha avuto un tragico epilogo. Il veicolo uscito di strada è decollato ed è letteralmente “atterrato” su una legnaia.

carabinieri controlliLa Centrale Operativa, avvisata da un testimone, ha inviato sul posto un equipaggio del Radiomobile, che ha constatato la fuga degli occupanti del mezzo.

Gli accertamenti e la raccolta delle testimonianze hanno comunque consentito di riscostruire la dinamica dell’incidente e identificare i responsabili, che dovranno rispondere di numerose violazioni al Codice della Strada, per un importo di circa mille euro in contravvenzioni, oltre al ritiro della patente per l’autista.

Sempre nella zona, l’Aliquota Operativa di Cavalese, unitamente ai Militari della Stazione di Canazei, nel centro del paese per un’anomala manovra con l’autovettura, hanno controllato un giovane del posto. Durante le verifiche, il ragazzo ha subito manifestato un ingiustificato nervosismo e alla richiesta diretta dei militari, ha consegnato spontaneamente un involucro, contenente della cocaina che è stata sequestrata. Il ragazzo sarà segnalato al Commissariato del Governo quale assuntore di stupefacenti ed avrà tra l’altro ripercussioni sulla validità della sua patente di guida, che come previsto dall’art. 75 D.P.R. del 309/90 subirà sicuramene restrizioni.

Nel restante territorio della Provincia, i servizi per il periodo estivo, nel fine settimana hanno portato al controllo di oltre 560 veicoli e più di 1200 persone, elevando oltre le 50 contravvenzioni al codice della strada e denunciando anche due trentini, un 20enne e un 31enne, poiché si sono resi responsabili di guida in stato di alterazione alcoolica. Infatti, il giovane con una manovra di sorpasso azzardata, sulla Provinciale 83, nel Comune di Bedollo, causava un incidente con altre due macchine che provenivano nella direzione opposta. I successivi approfondimenti, effettuati dalla Stazione di Sant’Orsola, permettevano di accertare che oltre al ragazzo anche uno degli atri due conducenti coinvolti si era messo alla guida con un tasso alcoolemico superiore al doppio consentito. Le due patenti di guida sono stare ritirate.

Quando ci si mette alla guida dei veicoli con lo stato alterato, sia da alcool o da stupefacenti, oltre a mettere a rischio la propria incolumità si gioca anche con quella degli altri: per questo i controlli sulla circolazione stradale, oltre a controllare chi utilizza le strade e a svolgere un’azione preventiva e deterrente, sono finalizzati affinché i movimenti avvengano senza pericolo alcuno, prediligendo di restituire alle proprie famiglie la persona cara piuttosto la sola patente.

I controlli si inseriscono nel contesto più ampio delle attività coordinate dal Comando Provinciale di Trento atte a contrastare il consumo di alcol e droga, in particolar modo per tutto il periodo estivo, soprattutto nei weekend, in ossequio a quanto voluto dal Commissariato del Governo a seguito di diverse riunione – comitati e tavoli tecnici con i responsabili delle forze dell’ordine trentine – che hanno approfondito il fenomeno e stabilito le linee d’azioni. Anche nei prossimi giorni, per tutta la durate del periodo estivo, i controlli proseguiranno con intensità crescente.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136