Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


San Martino di Castrozza: alpinista recuperato sul Cimon della Pala, un altro stroncato da malore

domenica, 12 luglio 2020

San Martino di Castrozza – Intervento nei pressi del bivacco Fiamme Gialle, gruppo Pale di San Martino, per un alpinista ferito. Il recupero è avvenuto sul Cimon della Pala tra il bivacco Fiamme Gialle e forcella Travignolo. L’escursionista 48 anni di Bologna, al rientro dalla ferrata Bolver Lugli, è scivolato su un nevaio per circa 100 metri procurandosi diversi traumi. L’uomo era in compagnia di un’altra persona ed entrambi erano attrezzati con ramponi, casco e imbrago. La chiamata al Numero Unico per le Emergenze 112 è arrivata verso le 14.

elisoccorso-soccorso-alpino-trentinoRECUPERO ALPINISTA - Il coordinatore dell’Area operativa Trentino orientale del Soccorso Alpino e Speleologico ha chiesto l’intervento dell’elicottero che ha imbarcato un operatore della Stazione San Martino di Castrozza (Trento). Nonostante la nebbia, l’elicottero è riuscito ad arrivare in quota. Mentre l’equipe medica prestava le prime cure al paziente, l’elicottero è sceso a San Martino di Castrozza per imbarcare un secondo operatore per aiutare la compagna di escursione dell’infortunato. Con un’unica rotazione l’elicottero ha recuperato a bordo sia il ferito che la compagna. Il primo è stato trasferito all’ospedale Santa Chiara di Trento mentre la seconda è stata portata a San Martino di Castrozza.

STRONCATO DA MALORE - Gli operatori della Stazione San Martino di Castrozza e della Stazione Primiero sono intervenuti questa mattina a supporto dell’equipaggio di elicottero in un intervento in soccorso di un escursionista, 57 anni, della provincia di Vicenza che ha accusato un malore nella parte iniziale del sentiero 713 che porta verso il rifugio Velo della Madonna (Pale di San Martino). La chiamata al Numero Unico per le Emergenze 112 è arrivata verso le 8.35 da dei passanti. Sul posto è stata fatta sbarcare l’equipe medica. Vani i tentativi di rianimazione. Dopo il nullaosta delle autorità l’uomo è stato portato alla camera mortuaria di Pieve (Transacqua).



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136