Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Omicidio di Esine, Bettino Puritani resta in carcere

sabato, 6 giugno 2020

Esine - Bettino Puritani, il 53enne accusato di aver ucciso lunedì scorso a Esine (Brescia) con una roncola il suo ospite ai domiciliari, Vincenzo Arrigo, 58 anni, non avrebbe agito per legittima difesa.

tribunale Brescia

Lo sostiene il giudice delle indagini preliminari del tribunale di Brescia Lorenzo Benini che ha sciolto la riserva e respinto la richiesta di scarcerazione chiesta dall’avvocato Marino Colosio, legale di Bettino Puritani, detenuto nel carcere di Canton Mombello a Brescia.

La lite tra i due è scoppiata per una questione di mozziconi, secondo il Gip non ci sarebbe la legittima difesa. Bettino Puritani è accusato di omicidio volontario. Ora il legale di Puritani potrebbe fare ricorso al Riesame.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136