Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Misure anti-Covid a Trento, Rovereto e Riva del Garda: 500 controllati, tre locali sanzionati dalla Polizia

sabato, 4 luglio 2020

Trento – 500 persone interessate dai controlli della Polizia a Trento, Rovereto e Riva del Garda per il rispetto delle misure anti-Covid, tre locali sanzionati.

poliziaContinuano incessanti i controlli della Polizia di Stato a Trento e nei comuni di Rovereto e Riva del Garda voluti dal Questore Cracovia. Le operazioni che hanno visto il contributo di tutte le articolazioni della Questura, dei Commissariati di Rovereto e Riva del Garda, della Polizia Ferroviaria e Stradale, dell’Intervento del Reparto Prevenzione Crimine della Lombardia e del contributo dell’Arma dei carabinieri e della Guardia di Finanza, hanno portato all’identificazione di oltre 500 persone, con prevalenza di extracomunitari. Numerosi, inoltre, i controlli agli esercizi commerciali e diversi sequestri amministrativi di modiche sostanze stupefacenti. Nel corso dei controlli sono stati individuati e controllati oltre trenta pregiudicati, ponendo, in questo modo, un’azione concretamente preventiva per limitare il raggio di azione criminale dei predetti.

Le attività di polizia, si sono svolte con una serie di servizi mirati ed in particolare: la mattina presso la stazione dei treni per monitorare l’arrivo dei passeggeri al fine di individuare i pendolari dei furti e dei corrieri della droga, riuscendo a prevenire attività di spaccio da parte di alcuni soggetti con precedenti specifici; il pomeriggio con azioni di contrasto concentrate prevalentemente nei parchi pubblici e nelle zone collinari per prevenire lo scambio di stupefacenti e i furti in appartamento; la sera, infine, è stata svolta mirata attività di pattugliamento volta al controllo degli esercizi pubblici e per prevenire quelle situazioni di rischio che potrebbero far risalire la curva dei contagi.

Particolare attenzione, in considerazione anche del particolare momento storico e sanitario, è stata attuata nei confronti dei numerosi esercizi pubblici controllati. Gli Agenti della Polizia Amministrativa della Questura e dei Commissariati, insieme alla Polizia Locale, nell’ambito dei controlli, hanno verificato sia la regolarità delle autorizzazioni di polizia che l’attuazione delle misure di contrasto al Covid contestando, al termine delle attività, a tre esercizi la violazione amministrativa della inottemperanza delle disposizioni anticovid.

Le attività di polizia di questa settimana, decise e potenziate dal Questore Cracovia - commenta il Vice Questore Salvatore Ascione, Portavoce del Questore -, sono destinate a incidere in maniera profonda nelle dinamiche di prevenzione della microcriminalità con azioni destinate ad incidere in maniera diretta nei confronti di quei comportamenti devianti che ledono la giusta vivibilità dei cittadini“.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136