Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


“Meglio in carcere che a casa con mia madre”: evade dai domiciliari e si consegna alla Polizia di Brescia

martedì, 5 maggio 2020

Brescia – Non sopportava più di vivere in casa con la madre, nonostante fosse colpito dalla misura restrittiva degli arresti domiciliari. E così, ha pensato di lasciare l’abitazione e raggiungere gli agenti, per farsi portare in carcere.

Polizia - controlliIl 48enne bresciano, stanco dei continui litigi con la madre che viveva nella sua stessa abitazione, ha così deciso di infrangere volontariamente gli arresti domiciliari raggiungendo una volante della Questura, e consegnandosi a loro.

Gli agenti, increduli, non hanno potuto fare altro che constatare l’avvenuto reato, facendo così scattare le manette, arresto confermato nella direttissima avvenuta ieri.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136