Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Investì e uccise motociclista a Lonato, il Riesame rigetta il ricorso: resti in carcere

lunedì, 26 ottobre 2020

Lonato – Il pirata che travolse e uccise cuoco che in sella a uno scooter stava tornado a casa a Lonato del Garda (Brescia) il 26 luglio scorso deve restare in carcere. L’ha stabilito il Riesame che ha rigettato l’istanza di revoca della misura cautelare de Simone Braidic, 29enne, avanzata dal suo legale, l’avvocato Emanuele Luppi.

tribunale BresciaSecondo l’accusa condotta dal sostituto procuratore di Brescia Francesco Carlo Milanesi e le indagini della Polizia stradale di Brescia e Desenzano, che inizialmente lavoravano all’ipotesi dell’omicidio stradale aggravata dalla fuga, il quadro è più pesante: dopo l’impatto il centauro sarebbe stato trascinato per alcuni metri dalla macchina, spinto in una roggia e abbandonato nel fosso dall’investitore che è fuggito a Udine, dove si è costituito il giorno dopo.

Il Riesame ha rigettato il ricorso e, per ottenere i domiciliari il 29enne di origine sinti, dovrà ora attendere il pronunciamento della Cassazione.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136