Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Darfo Boario Terme, sanzioni in un bar e aggressione all’arrivo dei carabinieri

martedì, 9 marzo 2021

Darfo Boario Terme – Si erano nascosti nei bagni del bar nel corso di un controllo: situazione agitata in Valle Camonica, con un cliente che ha aggredito i carabinieri.

ARRESTO E CHIUSURA DEL LOCALE
Intorno alle 19 di ieri, i carabinieri della Stazione di Darfo Boario Terme, nel corso di un servizio perlustrativo, hanno proceduto al controllo di un bar, all’interno del quale erano presenti alcuni clienti intenti a consumare delle bevande alcoliche. Il locale doveva essere chiuso visto l’orario e le limitazioni imposte dal vigente decreto anti Covid.

Nonostante le saracinesche fossero abbassate, i militari si sono insospettiti per il fatto che dall’esterno si intravedeva la presenza di persone davanti al bancone. Quando si sono avvicinati all’ingresso, c’è stato un fuggi fuggi generale; cinque avventori si sono nascosti nei bagni, mentre la dipendente del locale si è giustificata dicendo che stava ultimando le pulizie.

E’ bastato poco ai carabinieri per capire che alcune persone si erano nascoste all’interno dei bagni. Una di queste, un pregiudicato di origini siciliane di 50 anni, alla vista delle divise ha provato a scappare a piedi, inseguito da uno degli operanti.

Quando è stato raggiunto dal carabiniere, lo ha spintonato e colpito più volte con il chiaro intento di sottrarsi al controllo e alla sua identificazione. E’ stato però bloccato e tratto in arresto per resistenza a pubblico ufficiale. Il titolare del bar e i cinque clienti sono stati sanzionati. I carabinieri di Darfo hanno richiesto un provvedimento di chiusura dell’esercizio commerciale. Il 50enne, dopo aver trascorso la notte in camera di sicurezza, è stato tradotto in Tribunale a Brescia per presenziare all’udienza di convalida.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136