Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Controlli sulle strade bresciane, oltre mille sanzioni dalla PolStrada da inizio mese: patenti ritirate e auto sequestrate

martedì, 10 novembre 2020

Darfo Boario Terme – Nel corso della prima settimana di novembre 2020 la Polizia Stradale di Brescia ha effettuato numerosi controlli coinvolgendo 156 pattuglie di vigilanza stradale, di cui 62 in autostrada e 94 sulla viabilità ordinaria che hanno controllato 1264 veicoli e 1408 persone.

1220 sono state le infrazioni complessivamente elevate con 1344 punti decurtati; le patenti ritirate sono state 18, le carte di circolazione 36, sono stati effettuati 10 sequestri di veicoli e tre fermi amministrativi. Nel periodo in questione sono state contestate 12 violazioni per eccesso di velocità e 11 violazioni per velocità pericolosa, inoltre sono state contestate 39 violazioni per l’uso del telefonino alla guida e 41 violazioni per il mancato o non corretto uso dei sistemi di ritenuta.

L’attività infortunistica complessiva consta in 12 incidenti: cinque incidenti con feriti e sette con soli danni a cose. Durante la settimana in esame il distaccamento di Chiari si è distinto per due eventi particolari. Un posto di controllo ha portato il personale ad intercettare un criminale ricercato in quanto era stato condannato a tre anni di reclusione ma dal giorno della sentenza nel settembre 2019 aveva fatto perdere le proprie tracce.

Nel secondo caso un kosovaro, privo di documenti al momento del controllo di Polizia, ha dichiarato le generalità di un’altra persona cercando di nascondere il fatto che la sua patente di guida fosse scaduta ormai da anni. Dal confronto tra la fotografia depositata negli archivi della motorizzazione e la persona presente emergevano delle evidenti difformità. Dopo poco il cittadino cedeva alle insistenti domande dei poliziotti e chiamava la moglie per farsi portare un documento valido. Tutto ciò non gli ha evitato le sanzioni per guida senza avere al seguito la patente di guida e con patente scaduta per una sanzione totale di 200 euro. È indagato inoltre per sostituzione di persona e per falsa attestazione a Pubblico Ufficiale



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136