Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Cinque denunciati in provincia di Sondrio

sabato, 17 ottobre 2020

Sondrio - Nei giorni scorsi, i Carabinieri della Stazione di Berbenno in Valtellina, al termine di tempestive indagini, hanno denunciato in stato di libertà un uomo, 44enne di Morbegno, ritenuto responsabile di un furto di gasolio in danno della società di cui era dipendente.

carabinieri largeIl fatto risale al 17 settembre, quando un responsabile ha denunciato presso il Comando Stazione Carabinieri di Berbenno in Valtellina il furto di oltre 50 litri di carburante dalla colonnina di rifornimento di uno dei siti della società.

Le indagini condotte dai militari della Stazione, anche attraverso la visione delle telecamere di sorveglianza, hanno permesso di individuare ed identificare l’uomo, che, prima di terminare il turno lavorativo, mentre effettuava, come da prassi, il rifornimento di carburante al mezzo pesante a lui in uso per lavoro, presso la colonnina all’interno dell’impianto, si appropriava di oltre 50 litri di gasolio, riempiendo due taniche in plastica e nascondendole successivamente nel portabagagli della propria autovettura. Il 44enne, che nel frattempo è stato sospeso dal lavoro, dovrà rispondere all’Autorità Giudiziaria del reato di furto.

L’esito dei controlli in provincia di Sondrio del Reparto Carabinieri Tutela Agroalimentare di Torino

Il Reparto Carabinieri Tutela Agroalimentare di Torino, con competenze che si estendono alle regioni Piemonte, Valle d’Aosta, Liguria e Lombardia, svolge controlli straordinari sull’erogazione e percezione di aiuti pubblici nel settore agroalimentare, della pesca e dell’acquacoltura, sulle operazioni di ritiro e vendita di prodotti agroalimentari, ivi compresi gli aiuti ai Paesi in via di sviluppo ed indigenti. Si occupa quindi di tutelare la regolare erogazione delle sovvenzioni all’agricoltura, nonché la sicurezza, la qualità e la legalità nel comparto agroalimentare.

Nel corso dei controlli svolti dai militari nella provincia di Sondrio sono emerse delle presunte irregolarità circa la reale consistenza dei terreni utilizzati da un’azienda agricola dell’hinterland sondriese. In particolare dalle indagini sarebbe emerso che i soci, al fine di assicurarsi contributi maggiorati, avrebbero dichiarato e presentato documentazione di affitti inesistenti relativi a terreni agricoli di proprietà altrui che in realtà non sarebbero nella disponibilità dell’azienda riuscendo a percepire dal 2006 al 2019 circa 100mila euro in più di quanto effettivamente gli sarebbe spettato.

Quattro le persone denunciate alla Procura di Sondrio che dovranno rispondere dell’accusa di indebita percezione di erogazioni a danno dello Stato in concorso; si tratta dei soci dell’azienda agricola, legati da vincoli familiari, di età compresa tra i 70 ed i 34 anni.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136