Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Bravata di alcuni ragazzi, video trap promosso con armi e soldi: blitz dei carabinieri tra Sondrio e Lecco

lunedì, 27 luglio 2020

Sondrio – Promozione di un video trap apparso su Instagram con tanto di armi e soldi, bravata di sei ragazzi residenti tra le province di Sondrio e Lecco.

112 carabinieri largeNei giorni scorsi è apparso su Instagram un video in cui sei ragazzi erano intenti a girare una clip per cercare visibilità sui social in cui uno di loro si esibiva in un pezzo trap ed un altro mostrava nella cintura una pistola, poi risultata “giocattolo”, entrambi circondati dagli altri che assistevano e lanciavano mazzette di denaro in aria festeggiando alla fine con l’apertura di una bottiglia di spumante, richiamando alla mente le gang americane. Il filmato non è però passato inosservato ed ha destato anche preoccupazione per i richiami “criminali” e la presenza di armi e di un proiettile. La Procura, nella persona della dottoressa Chiara Costagliola, ha aperto un fascicolo e gli accertamenti svolti dai carabinieri competenti per i territori di Colico e Traona hanno permesso di verificare che le armi, due pistole, erano in realtà scacciacani senza alcun segno distintivo e simili alle originali, una delle quali, il “revolver“, utilizzato nel video.

Rinvenute anche modiche quantità di marjuana e hashish e pertanto i giovani sono stati segnalati alle Prefetture competenti per uso personale di sostanze stupefacenti. La Prefettura di Sondrio così come le Forze di Polizia sul territorio tengono alta l’attenzione sui giovani e possibili fenomeni di devianza, non sottovalutando circostanze che possono veicolare messaggi forvianti oltre a verificare attentamente tutte le situazioni che possano anche solo richiamare il possesso e l’uso di armi da fuoco e munizioni.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136