Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Blitz in Campania, volumi dell’Ottocento restituiti alla Biblioteca Caproni di Trento

martedì, 29 settembre 2020

Trento – Nell’abitazione di un medico, un vero e proprio museo: l’indagine dei carabinieri in Campania per la Tutela del Patrimonio Culturale.

opereIl Comandante del Nucleo dei Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale (TPC) di Napoli, magg. Giampaolo Brasili, restituirà tre volumi dell’Ottocento alla Biblioteca Caproni di Trento, alla presenza dell’Assessore alla Cultura dott. Mirko Bisesti e del direttore dell’Archivio, dott. Armando Tomasi. La cerimonia si svolgerà il domani mattina presso la Soprintendenza per i Beni Culturali di Trento.

Una complessa indagine condotta da quel Nucleo, coordinata dalla Procura della Repubblica di Isernia, ha permesso di individuare nel settembre 2017 un’organizzazione criminale che ricettava beni preziosi rubati da luoghi di culto, istituti religiosi e biblioteche tra l’Alto Casertano e la provincia di Isernia. Una ventina gli indagati, tra ladri, ricettatori e acquirenti, a cui sono imputabili ben 67 furti. Una trentina dei beni trafugati illegalmente sono stati recuperati nella casa-museo di un medico di Ciampino, dove i Carabinieri hanno ritrovato anche la pala d’altare raffigurante la “Dodicesima Stazione della Via Crucis: Gesù muore in croce”. Rubata in Belgio nel 1980, gli investigatori dell’arte l’hanno restituita due anni fa.

Di fondamentale importanza è risultata la comparazione delle immagini degli oggetti sequestrati con quelle contenute nella “Banca dati dei beni culturali illecitamente sottratti”, gestita dal Comando TPC.

La restituzione odierna avvalora l’importanza della collaborazione fra i Carabinieri e i responsabili degli Uffici Diocesani, sviluppata anche attraverso la divulgazione della pubblicazione “Linee Guida per la Tutela dei Beni Culturali Ecclesiastici”, realizzata nel 2014 dal Comando per La Tutela del Patrimonio Culturale e dalla Conferenza Episcopale Italiana. La pubblicazione, oltre a contenere consigli pratici per la difesa dei beni ecclesiastici dai furti, diffonde e valorizza le iniziative di catalogazione e censimento dei beni che le Diocesi, con grande impegno, stanno conducendo sul proprio patrimonio culturale.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136