Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Armi, controlli in Valtellina: sospesa una licenza, sequestri e segnalazioni

venerdì, 17 luglio 2020

Sondrio - Controlli del personale della Divisone di Polizia Amministrativa della Questura di Sondrio, interessate le sei armerie situate nel territorio della provincia e privati detentori di armi.

poliziaDurante i controlli, si è proceduto alla sospensione della licenza per sette giorni, ad un’armeria della bassa Valtellina, per non aver rispettato le prescrizioni imposte con licenza Questorile.

Inoltre, nel corso dei controlli, sono state segnalate alla Autorità Giudiziaria, in stato di libertà, due persone: B. L. di 45 anni, di Sondrio, per aver omesso di rinnovare la denuncia di detenzione armi ex art. 38 del TULPS e a suo carico si è proceduto al sequestro di un fucile doppietta cal. 12 e di una carabina ad aria compressa cal. 4,5, superiore a 7,5 joule; – B. A. di 59 anni, residente a Milano, per aver spostato le armi detenute, senza aver rinnovato la denuncia nella nuova sede di residenza e si è proceduto al sequestro di una pistola semiautomatica cal. 7,65 marca Beretta, una carabina ad aria compressa cal. 4,5, superiore ai 7,5 joule ed un sovrapposto cal. 12.

Le carabine ad aria compressa, con potenza superiore ai 7,5 joule, sono considerate dalla normativa vigente armi comuni da sparo, pertanto soggette a denuncia.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136