Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Alto Adige: droga a scuole e truffa ad anziano, due denunciati dai carabinieri

venerdì, 14 febbraio 2020

Bolzano – I carabinieri della Compagnia di Bolzano unitamente ad una unità cinofila antidroga della Guardia di Finanza di Bolzano, hanno svolto un servizio preventivo e repressivo per la ricerca degli stupefacenti presso una scuola secondaria superiore della zona industriale del capoluogo.

carabinieri bolzanoNei controlli di routine, che vengono svolti nei pressi degli istituti scolastici della città, è stato pizzicato uno studente diciannovenne, trovato in possesso di droga.

In particolare il controllo, effettuato presso alcuni luoghi di ritrovo dei ragazzi, i Carabinieri hanno rinvenuto, grazie alla puntuale segnalazione del cane antidroga, alcuni grammi di marijuana indosso ad uno studente. La successiva perquisizione, estesa anche all’abitazione di quest’ultimo, consentiva di rinvenire e sottoporre a sequestro circa venti grammi di marijuana, nonché un bilancino di precisione. Il giovane è stato denunciato a piede libero alla Procura della Repubblica di Bolzano poiché ritenuto responsabile di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

I servizi di controllo sono organizzati anche grazie alla collaborazione dei dirigenti degli istituti scolastici, sempre molto attenti alla tematica in questione.

TRUFFA AD ANZIANO

I carabinieri di Naturno, dopo una elaborata attività d’indagine, sono riusciti ad identificare una donna O.L, 69 anni, residente a Bolzano, ma originaria della provincia di Padova, che nel periodo da aprile 2019 a dicembre 2019 è riuscita con scuse e raggiri a farsi consegnare da un anziano del posto, denaro per circa 30mila euro.

La donna, approfittando della genuinità dei sentimenti di un uomo, fingendo un interesse affettivo nei suoi confronti, è riuscita in vari momenti a sottrargli i soldi, con la scusa di piccoli prestiti per fare fronte a degli imprevisti.

Nel momento in cui l’uomo si è accorto di quanto stava accadendogli, prima ha chiesto alla donna gentilmente la restituzione di quanto prestatole, e poi, considerata lo stato di immediata irreperibilità della donna a seguito della richiesta di restituzione dei soldi, ha denunciato i fatti presso la Stazione Carabinieri di Naturno.

I militari, grazie a dei rapidi accertamenti, verifiche ed incroci di tabulati, nonché da diversi particolari somatici forniti sul conto della donna (la vittima la conosceva con il solo soprannome), sono riusciti ad identificare in maniera certa l’autrice della truffa, denunciandola a piede libero alla Procura della Repubblica di Bolzano per truffa aggravata in danno di anziano.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136