Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Alla guida sotto effetto di alcol: sanzioni dei carabinieri di Tirano. Operazioni in Alta Valtellina

giovedì, 8 ottobre 2020

Tirano – Sempre alta l’attenzione dei Carabinieri della Compagnia di Tirano all’abuso di sostanze alcoliche, in primis per coloro che sono alla guida e costituiscono un pericolo per se stessi e per gli altri, ma anche nei confronti di chi esagera con l’alcol diventando molesto per la cittadinanza.

carabinieri largeI militari del Nucleo Radiomobile, nel comune di Bianzone, hanno segnalato alla Prefettura di Sondrio un automobilista di 57 anni sorpreso, alla guida della propria utilitaria, in stato di ebbrezza alcolica. La prova con l’etilometro ha certificato un tasso alcolico pari a 0,64 g/l. La patente è stata ritirata e gli sarà restituita al termine del periodo di sospensione fissato dalla Prefetto.

I militari della Stazione di Tirano hanno sanzionato di due uomini, padre e figlio, rispettivamente di 63 e 30 anni, poiché entrambi colti in evidente stato d’ebbrezza, all’esterno di un bar di Villa di Tirano.

Sempre i Carabinieri della Stazione di Tirano, nell’ambito delle attività di controllo del territorio, hanno tratto in arresto il tiranese G.L., di 43 anni. Sottoposto ad un normale controllo stradale è risultato essere destinatario di una misura cautelare in carcere emessa da un Tribunale di altra regione per diversi furti perpetrati ai danni di esercizi commerciali, lì commessi dal valtellinese nei mesi passati. Negli ultimi 10 giorni del mese di settembre era stato arrestato per ben due volte, sempre per furto in esercizi commerciali in altra regione e da pochi giorni era rientrato in Valtellina, non sfuggendo all’occhio attento dei militari dell’Arma. L’uomo, asseritamente inconscio della misura pendente, dopo le formalità di rito è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Sondrio, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Nell’ambito delle loro attività di servizio, i militari della Stazione Carabinieri Forestale di Tirano hanno rinvenuto all’interno di un fienile a Sernio numerose piante di cannabis sativa in fase di essicazione. Il proprietario del fienile, un 34enne del posto, è stato denunciato in stato di libertà alla Procura di Sondrio per detenzione illegale di sostanza stupefacenti. Coadiuvati dai colleghi del Norm della Compagnia di Tirano, i carabinieri hanno provveduto a recuperare tutte le piante, complete di infiorescenze; ben 60 kg il peso complessivo di quanto rinvenuto. Sono in corso indagini per verificare la provenienza delle piante.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136