Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Albanese espulso dalla Polizia nel Bresciano

mercoledì, 8 luglio 2020

Brescia – Un cittadino albanese domiciliato in provincia di Brescia è stato espulso con accompagnamento alla frontiera di Bergamo Orio al Serio, a seguito dell’attività svolta dall’Ufficio Immigrazione della Questura di Brescia.

Polizia - controlliIn particolare, nel settembre 2014, l’uomo fu arrestato in flagranza per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, poiché a bordo della propria autovettura furono trovati occultati 20 panetti di eroina per un peso complessivo di oltre 10 kg, e successivamente condannato dal Tribunale di Bergamo a 8 anni e 2 mesi di reclusione.

Alla luce di ciò l’Ufficio Immigrazione della Questura di Brescia ha revocato la carta di soggiorno di cui lo stesso era titolare e successivamente ha dichiarato inammissibile una sua richiesta di aggiornamento del titolo di soggiorno presentata nel 2019.

Nel maggio 2020, dopo l’avvenuta scarcerazione per fine pena, l’Ufficio Immigrazione ha segnalato lo stato di clandestinità del soggetto al Prefetto di Brescia, che ha emesso un decreto di espulsione dal territorio nazionale. Nella giornata di ieri, vista la riapertura delle frontiere albanesi, l’uomo è stato accompagnato dagli agenti della Questura alla frontiera di Bergamo per essere rimpatriato.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136