Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Cronotachigrafo alterato, 2mila euro di multa e patente sospesa nelle Giudicarie

sabato, 29 agosto 2020

Tione di Trento – Durante un controllo effettuato della Polizia Locale delle Giudicarie di Tione di Trento, al fine di scongiurare condotte di guida pericolose da parte di automobilisti e autotrasportatori, una pattuglia ha controllato un autista di mezzi pesanti. Dopo il controllo di routine gli operatori hanno notato che qualcosa non tornava.

cronotachigrafoSul tachigrafo digitale, ovvero la ‘scatola nera’ che registra velocità, tempi di guida e di riposo del conducente, era stato installato un dispositivo non originale per interrompere la rilevazione dei parametri mediante l’utilizzo di una chiavetta usb.

Il dispositivo in questione consentiva principalmente all’autista di viaggiare costantemente evitando i periodi di riposo, mettendo a grave repentaglio la sicurezza degli altri utenti che circolano sulle strade. Inoltre, dato non marginale, incidendo sulla concorrenza sleale che viene perpetrata ai danni delle aziende che rispettano le regole.

Al camionista giudicariese è stato applicato il sequestro del tachigrafo digitale ed una sanzione che sfiora i 2000 euro con la conseguente sospensione della patente di guida, oltre all’obbligo del ripristino del mezzo nelle condizioni originarie.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136