Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Comano Terme, provvedimenti e interrogazioni approvate dal Consiglio comunale

martedì, 3 novembre 2020

Comano Terme – Consiglio comunale in videoconferenza a Comano Terme (Trento). Ieri sera si è tenuta la seduta consiliare a Comano Terme, presenti tutti i consiglieri di maggioranza e di minoranza e il sindaco Fabio Zambotti (in quarantena), che ha risposto anche a un’interpellanza della minoranza rappresentata dalla Lega in merito all’affidamento dei lavori di manutenzione straordinaria dell’ascensore dell’Istituto Comprensivo Giudicarie Esteriori. Secondo il consigliere Michele Salvaterra i lavori andavano affidati ad una ditta del posto anziché ad un’azienda modenese, mentre il Sindaco ha risposto dicendo che erano state contattate due aziende (una di Mori e una di Tione) a cui per ragioni di celerità e affidabilità è stata fatta una scelta di questo tipo; la minoranza si è ritenuta soddisfatta della risposta, specificando che ci sarà un controllo della minoranza sui futuri lavori e che la determina andava specificata in modo più chiaro.

Comano Lega - consiglio comunaleSuccessivamente è stata approvata all’unanimità la mozione della Lega sul ripristino della festa comunale in Val Algone, con la sola specificazione voluta dalla maggioranza sulle motivazioni storiche che hanno portato a fare questa festa. L’altra mozione della minoranza sull’installazione di una lapide in memoria di Norma Cossetto è stata bocciata dalla maggioranza (con l’astensione di Chiara Guetti) perché ritenuta “eccessiva” per una persona che non era del posto; il primo firmatario della mozione, Sergio Manuel Binelli, ha replicato al sindaco dicendo che la mozione porta con sé ragioni che riguardano la femminilità, la cultura con l’augurio che la bocciatura non riguardasse l’accusa nei confronti della minoranza di istigazione al fascismo affermata da un sindacalista del posto (accusa da cui il sindaco si è dissociato).

Proseguendo la minoranza ha votato contro il verbale della seduta precedente dal momento che il sindaco Fabio Zambotti (nella foto in basso) non è riuscito ancora a perfezionare le deleghe agli assessori (a causa del suo stato di salute), sono stati illustrati i criteri che il sindaco seguirà per la designazione di futuri incarichi e ed è stata votata la variazione alle dotazioni di competenza e cassa del bilancio di previsione 2020 (la minoranza si è astenuta).

Fabio Zambotti ComanoInfine sono eletti i membri della commissione elettorale comunale (per la maggioranza Franco Bellotti e Chiara Pirola, per la minoranza Luca Brena) e i membri per l’Assemblea della Comunità di Valle Giudicarie (Davide Fusari per la maggioranza e Cinzia Parisi per la minoranza).



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136